giovedì 20 dicembre 2007

Berlusconi e Saccà

Berlusconi dice:
"... Senti, tu mi puoi fare ricevere due persone ...
...La Elena Russo; e poi la Evelina Manna. Non centro niente io, è una cosa ... diciamo ... di...
...io sto cercando ... di aver la maggioranza in Senato ...
eh .. questa Evelina Manna può essere .. perché mi è stata richiesta da qualcuno ... con cui sto trattando ..."
fonte:espresso.repubblica.it
Inutile dire che in un paese normale si griderebbe allo scandalo, ma in Italia non succederà niente, dopotutto per gli italiani è normale scambiare voti con attricette.
Buone Feste!


aggiornamento:
Niente corruzione per Berlusconi e Saccà

mercoledì 12 dicembre 2007

Cerca The Cost of War

Il CBO ( Congressional Budget Office ) ha stimato che, per i prossimi 10 anni, gli Stati Uniti d'America spenderanno per le guerre
$ 2,400,000,000,000
pari a $ 8,000 per ogni cittadino americano ma anche pari a tante altre cose che potete vedere nel video qua sotto.
Che mondo di merda, so bye-bye, miss american pie ...
fonte:http://www.usatoday.com
war

V2G: Vehicle to Grid Power


Uno dei principali problemi a cui si deve porre rimedio per iniziare ad usare massicciamente le fonti di energia rinnovabile di “ultima generazione” (solare ed eolico) è la produzione incostante.
Ci potrebbero essere alcune soluzioni per porvi rimedio ma tutte hanno delle controindicazioni, ad esempio si potrebbero usare dei bacini idrografici per poterli riempire d'acqua con l'energia prodotta e poi utilizzare delle turbine idrauliche per riprodurla a piacimento, ma si dovrebbe riempire l'Italia di bacini e il costo sarebbe molto elevato.
L'utilizzo delle auto a propulsione elettrica sarebbe plausibile se si utilizzassero fonti energetiche “pulite” per alimentarle, altrimenti non ci sarebbe motivo per usarle visto che sposteremmo l'inquinamento dalle nostre città senza eliminarlo.
Una soluzione a questi problemi forse l'ha trovata l'Università di Delaware con il progetto V2G, un' auto a propulsione elettrica capace di immettere energia in rete quando è parcheggiata.
La cosa di per se non è che sia così stupefacente ma potrebbe essere una soluzione all'immagazzinamento di energia da fonti rinnovabili quando questa viene prodotta per poi essere utilizzata al momento del bisogno.
Da uno studio effettuato le automobili rimangono parcheggiate il 90% della loro vita; da qui l'idea di utilizzarle anche per questo scopo.
Le auto circolanti in Italia sono quasi 40 milioni; se venissero sostituite interamente dalla V2G e fossero tutte parcheggiate, ad esempio la notte, avremmo una potenza disponibile in rete di 400 Gw in più e un'energia sufficiente ad alimentare oltre 133 milioni di case per almeno un paio d'ore.
Comunque non è tutto rose e fiori: le batterie sono sempre il tallone d'Achille per questo tipo di auto (il loro costo è molto elevato); la rete elettrica non è ancora pronta per gestire tutte queste fonti ed esisterebbero sempre il traffico e gli incidenti stradali.
http://www.udel.edu

sabato 8 dicembre 2007

Numeri d'Italia

I numeri che fanno piccola l'Italia sono veramente tanti, ma fra i più indigesti ne ho scelto tre:
Nella graduatoria mondiale dei paesi meno corrotti nel 2007, stilata da Transparency International, l'Italia si colloca al 41° posto
corruzione
Anche Germanwatch edizione 2008, che valuta gli sforzi dei principali paesi del mondo in fatto di controllo delle emissioni di Co2, posiziona il nostro paese al 41° posto
inquinamento
Sarebbe stato troppo bello se anche Freedom House, per il 2006, ci avesse collocato al 41° posto per la libertà di stampa ma invece siamo al 79° posto e persino come paese parzialmente libero
stampa
Ci vantiamo quando siamo primi nello sport e dimentichiamo che siamo tra gli ultimi nelle cose importanti.
Per le fonti cliccate sulle tabelle.

martedì 4 dicembre 2007

Pila al magnesio

La ricerca in Italia è talmente produttiva che abbiamo scoperte anche da buttare?
Sembra proprio di si, visto che non riusciamo ad avere un sistema imprenditoriale capace di investire su un qualcosa che potrebbe rivoluzionare il sistema dei trasporti.
Nel lontano 1999 un team di ricercatori operanti presso l'Università di Padova, guidato dai prof. Vito Di Noto e Maurizio Fauri, ha realizzato una pila al magnesio dalle caratteristiche particolarmente interessanti:
- doppia capacità di accumulo e un peso inferiore rispetto a quelle al litio
- impatto ambientale pressoché assente
- sensibile contenimento dei costi di produzione grazie all'esiguo costo del magnesio
- temperature di impiego fino a 200 °C
- scarsa reattività del magnesio durante l'impiego con la possibilità di costruire batterie con volumi ed energie elevate
- ottima lavorabilità meccanica dei materiali di cui è costituita
- un ciclo di vita decennale
- la soluzione elettrolitica usata non è tossica.
La scoperta è stata depositata nel 2001 ed è in corso l’internazionalizzazione del brevetto a nome dell’Università di Padova che ne ha ceduto i diritti di sfruttamento alla società Energia21.
Ma ad un primo finanziamento di 300 milioni di lire, utilizzato da Fauri e Di Noto per acquistare le attrezzature e svolgere una prima indagine sulla possibilità di sfruttare industrialmente l’invenzione, non ne sono seguiti altri.
Nel 2005, con il licenziamento di Energia 21, la pila è nuovamente nelle mani dell'ateneo patavino che cerca un finanziatore privato con due milioni di euro per rendere utilizzabile l'invenzione.
Siamo a fine 2007, ho scritto al professor Fauri chiedendogli se la situazione fosse ancora bloccata, lui mi ha risposto confermandomi che l'università è in attesa di un nuovo investitore, spero che possano trovarlo visto che si è già perso troppo tempo.

fonti:
http://giornalismo.maldura.unipd.it
http://www.riditt.it

Intervista al Prof. Fauri
Fauri

venerdì 30 novembre 2007

Acefali

Signori qui si chiude, ormai è inutile, finché ci sono acefali che vanno a votare non abbiamo più speranze per il futuro.
Come si fa ad avere speranze per un' avvenire migliore quando senti un essere dire che un governate deve solo saper governare e non importa se ha commesso crimini contro la società?
L'essere è pure giovane, dunque potrà dare il suo contributo ancora per molto, contributo che per noi si tradurrà in quintali di sterco sulle nostre teste, speriamo che almeno non sia contagioso.

Dell'Utri

Amarok Theme

Ho fatto questa cosa
www.kde-look.org (download)
Mi piacerebbe avere un vostro giudizio o consiglio per migliorarla.
Se vi fa schifo scrivetelo pure non mi offendo, ciau.
Amarok Theme

lunedì 26 novembre 2007

Coddafone


Ho mandato una mail di protesta a Vodafone con scritto:
"nella pagina dedicata ai dettagli dell'abbonamento Vodafone Tempo Libero, nel sito www.190.it, non è indicato che la tariffazione di soli 15 cent tutte le sere dalle 18 alle 8 e 24 ore su 24 il sabato e la domenica e i giorni festivi, dura solo 30 giorni dall'ultima ricarica effettuata.
Tratto in inganno dalla mancanza di questa precisazione ho cambiato abbonamento, poi ho ricevuto il messaggio di avvenuto cambio di piano con la comunicazione che la durata della tariffazione ridotta era di 30 giorni dalla ricarica.
Questo evidenzia una chiarezza perlomeno insoddisfacente verso i vostri clienti che mi costringe a pensare seriamente di cambiare operatore il più presto possibile."

venerdì 23 novembre 2007

Taser X-26

Vagando per Google news ho trovato una notizia interessante non considerata dai quotidiani on-line italiani che ormai si affannano a cercare il colpevole degli ultimi omicidi,
l'ONU valuta che l'utilizzo del Taser X-26 è una forma di tortura.
La notizia è riportata dal noto quotidiano francese Le Monde che ricorda ai suoi lettori l'utilizzo del taser da parte di 3000 poliziotti e gendarmi d'oltralpe.
Ultimamente ci sono stati due casi di morte da taser uno in Canada e un'altro, strano ma vero, negli USA dove ormai si “tasera” di qua e di la senza molti problemi.
In Italia il taser viene considerato un' arma propria e può essere comprato da persone con porto d'armi ma non può essere portato appresso, speriamo che le cose rimangano così, non ho voglia di finire come questo tipo:
taser

martedì 20 novembre 2007

Erba da sogno

marijuana
Sulla rete rimbalza la notizia secondo cui il cannabidiolo (Cbd), contenuto nella marijuana, possa diventare una valida alternativa alla chemioterapia perchè, secondo il ricercatore Sean McAllister, blocca l'attività del gene Id-1 responsabile della "metastatizzazione" nel seno.
In verità i benefici della cannabis sulla salute erano già noti da tempo, ma la notizia è sempre mal digerita dai media che preferiscono parlare del concorso di bellezza per cani e gatti.
Leggiamo da
www.disinformazione.it

Proprietà terapeutiche della marijuana:
- Antinausea e vomito.
- Abbassa la pressione arteriosa.
- Spasmi muscolari.
- Dolori cronici: usata da moltissimo tempo.
- Mal di testa ed emicrania:
- Rinforza il sistema immunitario:
- Dilata i bronchi polmonari: (asma)
- Epilessia: (disturbo trattato per secoli)
- Glaucoma.

Si ricorda anche uno studio spagnolo, che nel 2000, ha dimostrato la distruzione dei tumori nei topi da parte del tetraidrocannabinolo (THC), il principio attivo della marijuana.

C'è anche una pagina intera su wikipedia che parla dell'argomento
wikipedia.org

Sarà difficile che la cura a base di Cbd riesca a scalzare la chemioterapia e tutti i suoi introiti, ho paura che la ricerca finirà nel dimenticatoio come sempre e ci toccherà riguardare il concorso di bellezza per gli opossum.

giovedì 15 novembre 2007

L'Italia è una monarchia parlamentare

PapaPenso che l'Italia sia una monarchia parlamentare e il re si chiama Joseph Alois Ratzinger detto anche Benedetto XVI, non vedo altra definizione plausibile per giustificare il potere del Vaticano sul nostro paese.
L'ultima prova di tale affermazione si ha nell'ordine del giorno G84.100
proposto al Senato, martedì 13 Novembre 2007 nella 251ª seduta pubblica (pomeridiana), dai senatori:
ANGIUS, MONTALBANO, BARBIERI, BIONDI, BOCCIA MARIA LUISA, BRUTTI PAOLO, GAGLIARDI, MELE, RIPAMONTI, SILVESTRI, VILLONE,
che recita
“Il Senato, visto il sistema di ripartizione della quota dell'8 per mille del gettito Irpef, in favore della Chiesa Cattolica e delle confessioni religiose, i cui rapporti con lo Stato sono regolati in base a Leggi vigenti e intese raggiunte;
visto il sistema di ripartizione disciplinato con legge 20 maggio 1985, n. 222;
constatato che le norme in questione approvano quanto concordato tra le parti con il Protocollo del 15 novembre 1984, ratificato con legge 20 maggio 1985, n. 206;
stabilito che la legge in questione garantisce la bilateralità della normativa, comprese ovviamente le modificazioni della medesima, in materia di enti, beni ecclesiastici, e connessi impegni finanziari dello Stato;
rilevato che la medesima legge 222, all'articolo 49, dispone la nomina con cadenza triennale di un'apposita commissione paritetica per la valutazione del gettito della quota Irpef, al fine di predisporre eventuali modifiche al sistema di ripartizione;
impegna il Governo nel pieno rispetto delle leggi vigenti e degli accordi intercorsi tra Stato, Chiesa Cattolica e altre confessioni religiose, ad assumere le iniziative necessarie volte alla modifica dei criteri di ripartizione del gettito dell'8 per mille, al fine di garantire che in caso di scelte non espresse dai contribuenti, le relative risorse siano destinate a scopi di interesse sociale o di carattere umanitario a diretta gestione statale.”
L'esito della votazione è stato
Presenti 305
Votanti 304
Astenuti 10
Favorevoli 92
Contrari 202
Maggioranza 153

Il Senato RESPINGE

Viva l'Italia Viva il Re!

fonte: www.senato.it

lunedì 12 novembre 2007

Il circenses si è rotto

I governanti dell'antica Roma sapevano benissimo che il popolo aveva bisogno di due cose per non rompere le scatole al potere “Panem et circenses” ossia cibo e divertimento.
Le cose non sono cambiate molto da allora, il Colosseo è stato sostituito dall'Olimpico e nell'arena non deve per forza morire qualcuno, ma ogni tanto il giocattolo per la distrazione di massa si rompe ed esce fuori tutto il marciume celato al suo interno.
Si è sempre detto che bisogna dare una ripulita nel tifo organizzato ma non si è mai fatto nulla di concreto, infatti negli stadi entra di tutto nonostante i famosi tornelli introdotti dopo i fatti di Catania.
Quello che si è visto a Roma ha dell'incredibile, la città è stata messa a ferro e fuoco da qualche centinaia di dementi con decine di feriti...
I rom hanno mai fatto qualcosa del genere?

Romanisti Laziali

giovedì 8 novembre 2007

Giornalisti marroni


Il giornalismo italiano è come un vaso pieno di molti sassolini marroni e pochi sassolini bianchi, appena se ne toglie uno bianco ne viene a “galla” inesorabilmente uno marrone e scrive:

“Forse il maggior dolore per Biagi nel 2002, all’epoca dell’”editto”, era stato di ritrovarsi nel calderone berlusconiano dei reietti insieme con Santoro, Freccero, comici come Luttazzi e la Guzzanti e così via.”
Marcello Sorgi da La Stampa

Forse il maggior dolore per Biagi non lo conosceremo mai, ma sicuramente non sarebbe stato contento di leggere una nefandezza simile.

Grazie Enzo Biagi.

martedì 6 novembre 2007

Non solo anti PD

Berlusconi
Propongo un giochino per evitare che questo Blog venga identificato come anti PD , per cercare di far postare qualche altro oltre Bastiano ( mitico! ), per ricordare a chi legge queste pagine che veniamo, incredibilmente, da un periodo peggiore di questo, per fare un riassunto storico che non fa mai male.
Le porcate del Governo Berlusconi II dal 11 giugno 2001 al 23 aprile 2005:
1 – Sospensione della democrazia al G8 di Genova
2 - Abolizione della tassa di successione
Continuate voi ...

giovedì 1 novembre 2007

Il Sergente di Marco Paolini

Ho sempre sentito parlare di un parente disperso durante la campagna di Russia (1941-1944), ma non avevo mai colto appieno quali sofferenze patirono queste persone.
Il Sergente, di Marco Paolini, è un'opera teatrale che ti immerge in un mare di sensazioni, ti fa sentire quasi l'odore di una trincea che puzza di merda, sudore e umanità morente, che ti porta inevitabilmente a capire che la guerra è una gran cagata.
Grande Paolini, la tua interpretazione mi ha “strizzato” il cuore!

Marco Paolini

martedì 30 ottobre 2007

Quel buio luglio del 2001

In prima commissione della Camera, Con 22 voti contrari e 22 voti favorevoli, non è stata approvata la proposta di legge per istituire una commissione di inchiesta sul G8 di Genova, hanno votato contro Cdl, Idv e Udeur.
Se avevate dei dubbi sulle responsabilità dei pestaggi avvenuti quel giorno ora penso che vi siano stati chiariti.
Spero che questo Governo cada domani, non mi interessa se ritorna il Nano Malefico, tanto non è cambiato e non cambierà niente.
Dal programma dell'unione
"La politica del centrodestra al riguardo si è mostrata del tutto
indifferente: a vuoti annunci si sono affiancate misure che con-
trastano con il rispetto della legalità, l’inerzia rispetto
alla criminalità economica, un abbassamento della guardia nel
contrasto alla criminalità organizzata, l’utilizzo delle forze
di polizia per operazioni repressive del tutto ingiustificate;
basti pensare ai fatti di Genova, per i quali ancora oggi non
sono state chiarite le responsabilità politica e istituzionale
(al di là degli aspetti giudiziari) e sui quali l’Unione propo-
ne, per la prossima legislatura, l’istituzione di una commis-
sione parlamentare d’inchiesta."

G8

sabato 27 ottobre 2007

Ma anche PD

È nato è nato! Finalmente, non vedevo l'ora che nascesse il Partito Democratico, un partito nuovo fatto di gente nuova, giovane, fresca , lo ha detto anche il nuovo segretario Walter ma anche Veltroni -“noi siamo il nuovo” .
Anche il nuovo presidente, Romano tranquillo Prodi, tra un va tutto bene e l'altro evidenzia la nascita di un grande partito, nuovo, fresco, giovane.
Sono tutti nuovi nel Partito Democratico, ci sono:
Veltroni, Prodi, ma anche Rutelli, Rosy Bindi, ma anche De Mita e Fassino (scusate i ma anche ma la lista l'ha fatta Walter ma anche Veltroni).
Ma come diamine si fa a definirsi “nuovi”, avranno un'età media di 60 anni, dove sono i giovani i veri nuovi, il futuro del nostro paese?
Consoliamoci con Crozza


Crozza

venerdì 26 ottobre 2007

Bambini USA ... e getta


Negli Usa 43,6 milioni di persone sono senza assistenza sanitaria, pari al 15,2% della popolazione e l'assistenza sanitaria è affidata alle compagnie private che hanno alti costi e che comunque rifiutano i nuovi iscritti se non sono perfettamente sani alla visita di controllo.
George W. Bush ha posto il veto sulla legge che estende l'assistenza sanitaria ai bambini poveri, motivando la contrarietà con ragioni di copertura fiscale.
Perciò mi permetto di suggerire dove trovare i soldi:


Cost of the War in Iraq
(JavaScript Error)


fonte: www.unita.it