giovedì 30 aprile 2009

Il G8 mercificato

Tra le tante fregature che dovrà subire la Sardegna per lo spostamento del G8 a l'Aquila, ve n'è una che riassume tutto il malessere economico causato dalla sciagurata decisione del premier: Antonio Marras non arrederà più le hall e le suite che ospiteranno i capi di governo.
Marras, direttore artistico della maison Kenzo e del marchio che porta il suo nome, dice: «L'obiettivo era quello di far lavorare gli artigiani, di far sì che le eccellenze sarde venissero messe in evidenza. Il summit sarebbe stato una vetrina straordinaria: tutto il mondo avrebbe potuto ammirare i manufatti realizzati in Sardegna».
Una "vetrina straordinaria" che avrebbe portato tantissima pubblicità per l'isola, per una regione che vive di turismo non è poco. Comunque la vetrina è stata rotta, niente più riflettori puntati sull'arte sarda e sulle bellissime coste.
A mo di elemosina, è stato proposto allo stilista di disegnare comunque le divise di stuart e hostess per l'Aquila, lui ha declinato l'invito dicendo: "quel tipo di divise, concepite per il summit a La Maddalena, per me sono fuori luogo".
Ci piace pensare che quel "fuori luogo" sia stato dettato dall'orgoglio che contraddistingue molti isolani, quell'orgoglio sano che ripudia la mercificazione delle menti pensanti.
Di questi tempi fatti di Marcolini cantanti e Ughetti prostrati ci voleva qualcuno che ci ricordasse cosa vuol dire dignità.

mercoledì 29 aprile 2009

Una Carlucci e una Cuccarini

"... Ora sogno di fare la show girl. Perché io so fare tutto. Una Carlucci, una Cuccarini"
Noemi, la ragazza festeggiata dal premier


Citando una canzone: "l'Italia è questa qua".

Canc "D'Alia", svuota cestino

On. Cassinelli
Alle Commissioni riunite I^ (Affari costituzionali) e II^ (Giustizia)
Disposizioni in materia di sicurezza pubblica. (A.C. 2180)
PROPOSTA DI EMENDAMENTO
ART. 60
Sopprimere l’articolo 60.
CASSINELLI
Roma, 22 aprile 2009

Questo è l'emendamento Cassinelli, approvato questa notte, che abroga l' emendamento D'Alia. Rallegratevi tutti, la libertà della rete, almeno per ora, è salva. Le proteste degli internauti italiani hanno avuto il risultato sperato. Ora non ci resta che vigilare per scongiurare una nuova fregatura.
Fonte: punto-informatico.it

martedì 28 aprile 2009

Niente polenta

piattoTolto il pasto a 34 scolari perché i genitori non pagano la retta della mensa. Non è una notizia che proviene dal terzo mondo, è tutta italiana. Non riguarda neanche il sud. La scuola in questione si trova a Pessano con Borna­go, provincia di Milano. 432 famiglie sono in ritardo con i versamenti e il comune non ha i soldi per pagare la mensa ai ragazzini.
Storie di un'Italia precaria e di immigrati sfruttati, storie di tutti i giorni. Il ricco nord non riesce a dare da mangiare ai suoi figli, è questa la sintesi. Possiamo fare tutti i ragionamenti di questo mondo ma il risultato è che la nostra società fallisce proprio con il suo futuro. Vergogniamoci dunque, è la sola cosa che ci resta da fare.

lunedì 27 aprile 2009

Italia, sei una troia

L'Italia è talmente abituata alle balle di quest'uomo che ormai non s'indigna più. Così, un giorno, ti capita di leggere che le sue dichiarazioni sull'inceneritore di Acerra - " L'impianto funziona benissimo " - sono assolutamente false e non t'incazzi più come una volta. È quasi normale.
Forse abbiamo perso la speranza in un paese che continua a tradirci con l'uomo più immorale del modo, siamo diventati innamorati-delusi di un Italia che continua ad amare l'uomo che la fa soffrire.
Chissà, forse un giorno ci sveglieremo gridando: "Italia, sei una troia !"

sabato 25 aprile 2009

Ci chiamavano ribelli

Volevo aggiungere due parole, ma non c'è niente da scrivere.
È perfetto così:
Video: Partigiani: ci chiamavano ribelli

venerdì 24 aprile 2009

Commentate nel blog della Carlucci

Vorrei lanciare un appello: commentate nel blog della Carlucci. L'ultimo risale al 15 novembre 2008! Non vogliamo credere che nessuno in rete lo legga, è deprimente per un blogger non ricevere commenti ai suoi post.
Senza contare che in questo periodo l'onorevole non sta un gran bene: prima quei cattivoni delle Iene che l'accusano di assenteismo e poi la polemica sulla legge antipirateria scritta da Davide Rossi di Univideo.
Se n'è accorto anche Gilioli, per poco non lo sbranava al dibattito organizzato da "Altroconsumo" sul diritto d'autore: "a un certo punto - racconta Gilioli - mi ha augurato che mio figlio venga adescato dai pedofili su Facebook (giuro)".
Poverella, scriveteci qualcosa, altrimenti i maligni potrebbero sospettare che i commenti siano moderati.
Ah, dimenticavo: www.gabriellacarlucci.it

giovedì 23 aprile 2009

Gianni Alemanno a former fascist bis

Il sindaco di Parigi dice che “Alemanno ha fatto il suo esordio in Campidoglio accolto dai saluti fascisti”, Alemanno risponde che non è vero e fa l'offeso.
La notizia era stata riportata anche dal noto quotidiano comunista Times:
“Outside city hall, his followers greeted him with fascist salutes and shouts of “Duce! Duce!””
“Fuori dal municipio, i suoi seguaci lo accolgono con i saluti fascisti e le grida "Duce! Duce!"”

Dunque, oltre ai francesi, lo sanno anche gli inglesi che Alemanno mente. Uno sputtanamento mondiale!

Pakistan minaccia mortale

IndiaDopo gli attacchi terroristici di Mumbai avevamo scritto:
"I media occidentali stanno al gioco, rievocano parole già sentite sette anni fa: Al Qaeda, terroristi, 11 settembre (indiano), attacco, etc. Però è cambiata una parola, anzi, il nome del paese che ospita i terroristi, non si parla più dell'Afghanistan ma del Pakistan.
Avevamo già scritto dei bombardamenti USA in territorio pachistano e dei recenti attriti tra Islamabad e Washington che hanno portato il presidente Asif Ali Zirdari a stringere accordi con la Cina per staccarsi dagli aiuti occidentali. Gli attacchi non si sono fermati e se gli Stati Uniti vogliono aumentare il volume di fuoco hanno bisogno dell'appoggio dell'opinione pubblica internazionale.
Perciò non stupitevi se, d'ora in avanti, sentirete parlare spesso di Al Qaeda Pakistan, terroristi Pakistan, 11 settembre Pakistan, attacco Pakistan, perché la guerra ha bisogno di pubblicità."

Adesso, dopo svariati bombardamenti USA in territorio pachistano e le perplessità sulle testimonianze dell'unico terrorista catturato dalla polizia indiana, arriva la gran "sparata" della Clinton:
'Pakistan minaccia mortale per Usa e intero pianeta'
Non ci piace scrivere "ve l'avevamo detto", ma tant'è...

mercoledì 22 aprile 2009

25 Aprile

di pugioba

Partigiani"I partigiani rossi meritano rispetto, ma non possono essere celebrati come portatori di libertà"
Ignazio La Russa, ministro della difesa.
"Celebrerò il 25 aprile" "non lo lascio alla sinistra"
Silvio Berlusconi, presidente del consiglio.
Queste sono solo le ultime dichiarazioni da parte dei rappresentanti del governo, che da anni picconano sistematicamente la storia, tentando di stravolgere fatti incontrovertibili che stanno alla base della nostra democrazia.
Che un neofascista al governo tenti di revisionare i fatti legati alla resistenza non è cosa nuova. Prima di Ignazietto ci aveva provato infatti....Ignazietto. Ogni anno un nuovo colpo calcolato, sempre con la solita strategia: la sparo enorme, me ne correggono un pezzo, ma ne passa per buono almeno il 50%. Con questo gioco però, sparandola sempre più grossa, tra qualche anno saranno i repubblichini ad aver liberato l'Italia dal comunista invasore. I Fascisti...anzi no, i Missini...anzi no, gli Aennini....anzi no, i Pidiellini neri si dovrebbero mettere l'anima in pace; allora come oggi scelsero la parte sbagliata, vent'anni di bagordi e i successivi sessanta a cercare di porvi rimedio cancellando e mistificando ciò che veramente accadde. Se si svegliassero e capissero, loro che dicono di tenere alla patria più che ad ogni altro valore, non starebbero un secondo di più a guardare le spalle a chi della patria ne fa affar proprio. Il presidente del consiglio pensa invece che, come sempre, anche la festa di Liberazione dal Nazifascismo sia una buona occasione per stare a favore di telecamera. Non lasciarla alla sinistra? E che vuol dire? La festa è di chi la sente, non di chi la sfrutta. I giornali non dovrebbero dare spazio a tali polemiche strumentali. Vada in piazza solo chi sente di essere cittadino di uno stato fondato, come altri, sulle ceneri di una guerra civile, combattuta da molti ragazzi divisi da diversi ideali: gli uni a favore del manganello, gli altri per la libertà. Ieri come oggi.

martedì 21 aprile 2009

Gli hackers violano i nostri aerei

Lockheed F-35 Joint Strike FighterÈ normale, secondo voi, che le due testate online più importanti di questo paese riportino la notizia (qui e qui) del furto da parte degli hackers di alcuni segreti del più costoso progetto militare statunitense, quello del superbombardiere F-35, senza scrivere che l'Italia ne acquisterà 131?
Sembra proprio che non si voglia far sapere al popolino che sbenderà oltre 13 miliardi di euro per aerei dalla sicurezza pericolosamente vacillante. È da queste cose che si misura il livello di democrazia in un paese.

domenica 19 aprile 2009

Vauro ringrazia tutti

VauroVauro ringrazia tutti coloro che lo sostengono in un toccante pezzo nel sito del Manifesto. Ho voluto ritagliare questa frase perché rappresenta il presente e il futuro della libertà di espressione nel nostro paese:
"E' toccato ad altri prima di me, toccherà ad altri dopo. Che possa toccare ad altri dopo è l'unico brutale messaggio che chi comanda vuol fare arrivare, anche attraverso questa vicenda."
Così come altri, il giullare Vauro si trasforma in colui che denuncia i misfatti del Re e dei suoi tirapiedi. Tocca a loro farlo, i titolari di questo dovere non vogliono avere problemi ed evitano accuratamente di esprimere le loro critiche riportando solo freddi comunicati stampa senza far trapelare il loro pensiero.
L'informazione italiana è morta, non saranno una manciata di giornalisti onesti a rianimarla.
Grazie Vauro.

sabato 18 aprile 2009

Mussolini a L'Aqui... em a Forlì

Video: Mussolini a Forlì


Poi, se volete, guardatevi questo: il nuovo istituto luce

venerdì 17 aprile 2009

Meloni non la pensa come Dell'Utri

Earth flagIl ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, sul concerto per l'Earth Day: "sarà un momento di festa e di musica" coinvolgerà i giovani in "una sana difesa dell'ambiente e del futuro della nostra terra" "Una sfida che si può affrontare e vincere".
Dunque l'Onorevole Meloni non la pensa come Dell'Utri, Nania e Poli Bortone che ritengono il riscaldamento globale un bene per l'umanità. Oppure sarà sicuramente in disaccordo con il ministro per le Politiche europee Andrea Ronchi che osteggiava le proposte legislative per la riduzione dei gas-serra dell'UE. Manco il PD è così disomogeneo... o forse si?

giovedì 16 aprile 2009

Bombardiamo gli abruzzesi

Lockheed F-35 Joint Strike FighterMentre il nostro governuccio cerca i soldi per ricostruire le case dei terremotati abruzzesi nei posti più disparati, le Commissioni Difesa hanno dato il loro benestare ad un "vecchio" accordo, firmato da Prodi nel 1996, per l'acquisto di 131 caccia-bombardieri da attacco F-35 Lightning II nell'arco dei prossimi diciotto anni.
Costo dell'operazione: oltre 13 miliardi di euro.
Si diranno le solite cose: servono per la difesa del paese, daranno migliaia di posti di lavoro per il loro assemblaggio, aumenterà il PIL etc etc. Considerando che l'Italia non subisce un attacco da tempi immemori e che la ricostruzione delle case occuperebbe un sacco di persone e farebbe aumentare questo stramaledetto PIL, be, fate un po voi.
Siete i soliti pacifisti del no, diranno, sta di fatto che i soldi si devono trovare e quegli aerei non si chiamano bombardieri per niente. Per farla breve, sono stai i bombardieri a sterminare intere famiglie irachene, non di certo i terremoti.
Comunque i soldi ci sono, basta cercarli nel posto giusto.

mercoledì 15 aprile 2009

Solidarietà a Vauro

vauro
Si possono dire un sacco di cose sulla censura in atto nella Rai, ma sono ovvietà già scritte e riscritte. Solidarietà a Vauro.

domenica 12 aprile 2009

Il campeggio

Le risposte dei terremotati alle dichiarazioni rilasciate da Silvio Berlusconi alla televisione tedesca N TV: “Naturalmente è una situazione provvisoria, va presa come un fine settimana in campeggio” pandoratv.it

Video: Risveglio al campeggio

Radio Maria sulle vittime del terremoto

Della serie "io so cosa vuole il Signore".
Radio Maria:" Il signore ha voluto che in questa settimana santa in qualche modo anche loro partecipassero alla sofferenza della sua passione."

Video: Razio+ Terremoto in Abruzzo voluto dal Signore - Radio Maria

giovedì 9 aprile 2009

La scuola censura!

La preside del liceo classico Beccaria di Milano, ha fatto ritirare l'«Urlo», testata del liceo, perché conteneva un vignetta sul Papa « di pessimo gu­sto. La nostra è una scuola plu­ralista - dice la preside - , ma non per questo è le­cito produrre immagini lesive della persona, chiunque essa sia. A maggior ragione se è un capo di stato o un capo religio­so ».
Naturalmente quei monellacci della redazione dell'«Urlo» hanno ribattuto con le solite motivazioni "oltranziste": «Volevamo aprire un dibattito sui temi sollevati dal papa du­rante il suo ultimo viaggio in Africa, sul suo no al preservati­vo».
Ci offriamo volontari anche noi, così come ha fatto Gilioli, per un'eventuale pubblicazione online della vignetta. Nel frattempo gustiamoci queste:



O queste coperte da copyright (cliccare per ingrandire):

papa

papa

mercoledì 8 aprile 2009

Berlusconi vuole stroncare la legislatura

BerlusconiBerlusconi vuole stroncare questa legislatura, grazie al referendum o alle riforme elettorali e costituzionali, per essere eletto al Quirinale dalle nuove Camere e di lì guidare governi di suoi fidati.
Naturalmente le sopracitate "illazioni" non sono le nostre, però bisogna dire che non sono per niente campate per aria. La sparata è forte, ma è ben più forte sapere chi l'ha scritta. Siete curiosi eh?
Prima di svelare il neo comunistello, che poi tanto neo non è, leggetevi la conclusione del suo pezzo con fonte in calce:
"Inutile dire che noi ci batteremo affinché tutto ciò non accada e che non si instauri una riforma costituzionale cesarista mascherata. Ma saranno anni di dura battaglia per la difesa della democrazia parlamentare." paologuzzanti.it
È sbalorditivo, prima esalta l'adorato Silvio poi, folgorato sulla via di Arcore, denuncia le bramosie di potere del ducetto amico di Putin.
Questo paese è sempre più strampalato.

martedì 7 aprile 2009

Le cose comuni

muro
Sulla tv giapponese commentano i filmati del dopo terremoto in Abruzzo e si scandalizzano nel constatare che: "i pilastri degli edifici, sulla base dei filmati, "appaiono troppo sottili", mentre e' "sorprendente", ha spiegato un professore dell'Università di Tokyo, l'uso dei mattoni rossi e forati nei muri portanti, molto simili - in base alle valutazioni emerse - ai mattoncini Lego che a laterizi utili per reggere alle scosse."
Non conoscono bene l'Italia evidentemente. Il bel paese è esperto nel costruire edifici, pubblici e non, senza considerare i terremoti: scuole, case dello studente e persino ospedali. La superficialità con cui si gestiscono le cose comuni è lampante in ogni regione. Solo per fare un esempio: quel muro di cinta crollato che si vede nell'immagine, è una conseguenza dell'alluvione che ha colpito Cagliari l'ottobre scorso. Sta ancora li!

lunedì 6 aprile 2009

Ci stiamo giocando il polo sud

Ci siamo giocati pure l'iceberg di Wilkins, un imponente isola di ghiaccio estesa per 3.700 chilometri quadri. Era saldamente legato all'antartico, ma negli ultimi 50 anni la temperatura media del continente è aumentata di 2,5 gradi e l'emorragia di ghiaccio ha coinvolto anche lui.
Sarebbe interessante sapere come Dell'Utri, Nania e Poli Bortone concilierebbero questa notizia con la loro ultima trovata : "Se pure vi fosse a seguito dell'aumento della concentrazione dell'anidride carbonica nell'atmosfera un aumento della temperatura terrestre al suolo, i conseguenti danni all'ambiente, all'economia e all'incolumità degli abitanti del pianeta sarebbero molto inferiori a quelli previsti nel citato Rapporto Stern e addirittura al contrario maggiori potrebbero essere i benefici".

domenica 5 aprile 2009

I curdi soffrono e Obama lo sa

Barack Obama appoggia l'ingresso della Turchia nell'Unione Europa sbattendosene dei curdi e di tutte le loro sofferenze. Un popolo, quello curdo, da sempre seviziato nella propria terra, come i palestinesi per intenderci.
Sarebbe vergognoso fa aderire all'UE uno stato che infrange i più elementari diritti umani. Ma la vergogna sembra non appartenere più a questo mondo.

Video: KURDISTAN- IL PAESE CHE NON C'E' - parte I


Qui la seconda parte

sabato 4 aprile 2009

Chi bombarda non è civile

FalconMentre Silvio continua a metterci in imbarazzo davanti al mondo, Obama chiede ai paesi europei di rafforzare le loro truppe in Afghanistan. Una guerra lunghissima che l'occidente combatte in nome dell'antiterrorismo. Che si vinca o che si perda, la guerra è guerra e una notizia di cronaca italiana ci fa scoprire cosa vuol dire scappare dalle bombe: bambini afghani dormono nei tombini di Roma. Tra i 10 e i 15 anni, pagavano per dormire nel posto più caldo che i soliti approfittatori mettevano loro a disposizione.
Storie di disperati che scappano nei paesi che bombardano le loro case e che speravano di dormire in un letto normale degno di un paese civile. Evidentemente non sapevano che chi bombarda non ha molta dimestichezza con la civiltà.

Aggiornamento [19:45] :
L'assessore alle Politiche sociali del Comune di Roma smentisce:
"Non hanno mai dormito nei tombini, ne' li hanno usati per tenere i loro oggetti, ma hanno passato le notti sulle panchine di piazzale Ostiense. Non so come sia uscita questa storia dei tombini, loro hanno detto di non averli neanche mai visti".

venerdì 3 aprile 2009

Debora in Europa

Visto che l'abbiamo sponsorizzata anche in tv, non possiamo non essere lieti di apprendere che la Serracchiani sia stata candidata alle europee. Non crediamo a Franceschini quando dice che "la sua candidatura non arriva dall'alto, ma sta emergendo dai circoli e dal territorio", il suo zampino ci pare evidente.
Bravo Franceschi'. Chissà se Uòlter l'avrebbe fatto? Mah!?
Debora ricordati di noi quando sarai a Bruxelles, non fare come gli altri.
Un barilotto di Gueuze non ci farebbe schifo.

La linea di bus

Forse vedo fantasmi dappertutto, ma una linea di bus solo per gli immigrati mi pare una pessima idea. "Complimenti" a chi l'ha pensata e a chi l'ha approvata. Continuo a pensare che i segnali ci siano tutti... ma forse è colpa dell'ora tarda.

giovedì 2 aprile 2009

Cagliari: convegno sul nucleare

Solo per ricordare che il convegno "NUCLEARE.....TORRA?...E DRINCHIDDI ! ! ! " BASTA CUN SAS FAULAS!! si terrà questo pomeriggio nella Sala Cosseddu della casa dello studente di via Trentino a Cagliari alle ore 17.00.

mercoledì 1 aprile 2009

Il bambino rubato

Lasciatemi esprimere tutto il mio disprezzo per i medici che hanno denunciato una giovane madre della Costa d'Avorio per clandestinità. Il mio disprezzo non è causato tanto dalla denuncia quanto da quello che racconta Kante, così si chiama la "pericolosa" clandestina, a Repubblica: "In ospedale ci hanno chiesto i documenti, non gli è bastata la fotocopia del mio passaporto, mentre l'originale era trattenuto dalla polizia per la mia richiesta in corso. Non gli è piaciuta neanche la richiesta di soggiorno ormai scaduta. E per oltre 10 giorni mi hanno tenuta separata dal bambino". "Ho temuto che me lo portassero via, che non me lo facessero stringere più tra le braccia"
Qualcuno potrebbe obbiettare sostenendo che i medici, se così si possono chiamare, abbiano fatto solo il loro dovere. Ma permettetemi, che medici sono coloro che fanno soffrire in tal modo una madre? Vergognatevi!