lunedì 22 dicembre 2008

Buone feste.

Buone feste, vi lascio con twitter:

domenica 21 dicembre 2008

Il solito Silvio, sarà un 2009 difficile

Nella conferenza stampa di fine anno a Villa Madama il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è intervenuto sui principali temi del dibattito politico ed economico:

puntare "verso un debito inferiore al 100% del Pil" con una "politica di rigore e di tagli agli sprechi" e "Tutto ciò che sarà recuperato nella lotta all'evasione contro tanti italiani troppo furbi sarà utilizzato per abbattere le tasse"
La lotta contro gli sprechi si vedrà, ma se evitassimo di spendere milioni nella guerra in Afghanistan o regalare miliardi con il Cip6 non sarebbe male. La lotta all'evasione fiscale è cominciata maluccio: per il 2008 le Fiamme Gialle hanno accertato evasioni all'Iva per 4,3 miliardi e violazioni all'Irap per 19,4 miliardi, il 30% in più rispetto al 2007.

"La profondità e l'estensione di questa crisi, che comunque non neghiamo - ha aggiunto il premier - sta tutta nella mani dei cittadini italiani ed europei".
I cittadini europei pensano a fare le formichine visto che tutti prevedono un 2009 catastrofico, tranne Silvio ovviamente.

"poteri di indirizzo e controllo del governo sui pm. Ci sarà solo il voto del Parlamento sulle priorità da seguire alla lotta alla criminalità"
Questa è la frase più preoccupante, il controllo del governo sui pm è tipico di un paese fascista.

"bisogna restringere le intercettazioni anche sulle indagini sui reati contro la Pubblica Amministrazione"
Togliere l'arma migliore dell'investigazione proprio nei reati alla PA stride parecchio con i fatti di cronaca giudiziaria di questi giorni, per non parlare di quelli passati.

appello "alle giunte del comune di Napoli e della regione Campania affinché si dimettano e consentano di andare a nuove elezioni"
Se, giustamente, si dimettessero le giunte del comune di Napoli e della regione Campania allora dovrebbe dimettersi anche il governo, o i processi che riguardano il premier non contano?

"Bisogna ricominciare con il nucleare" "noi oggi paghiamo quelle decisioni e siamo un paese tributario, e questo fa sì che paghiamo il costo dell'energia il 35% in più degli altri Paesi europei"
Nessuno sa quanto costa l'energia elettrica prodotta dalla fissione nucleare, è impossibile stabilire i costi di un deposito di scorie che deve durare 1 milione di anni.

Il solito Silvio, niente di nuovo, sarà un 2009 difficile.

sabato 20 dicembre 2008

Milioni per bombardare l'Afghanistan

soldiIn periodo di tagli, dove non ci sono soldi per l'edilizia scolastica o la ricerca universitaria, c'è sempre una voce di bilancio che non conosce restrizioni: la guerra.
L'anno prossimo il nostro paese spenderà 484 milioni di euro per bombardare l'Afghanistan, 147 in più rispetto al 2008.[PeaceReporter]
Che poi ciò sia contro la costituzione e l'umana ragione sembra non fregare a nessuno, l'importante è passare un felice Natale e riuscire a trovare i soldi per fare qualche regalo inutile alle persone care.

venerdì 19 dicembre 2008

Silvio: il classico italiano

BerlusconiAvevo visto una bella pianta, pensate che per vendermela mi hanno detto che con fattura costava 100mila euro e senza 50mila: non gli ho mandato la Guardia di Finanza perché non faccio queste cose.
Silvio Berlusconi
- ApCom 18 dicembre[via Unità]
Che vi piaccia o no Silvio è il classico italiano, infatti abbiamo qualche centinaia di miliardi di euro di evasione fiscale.

giovedì 18 dicembre 2008

Aumentano i militari italiani in Afghanistan

Il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, ci ha gentilmente informato che i militari italiani in Afghanistan passeranno dagli attuali 2.300 a 2.795 grazie ad un decreto legge del governo. I militari autorizzati dal Parlamento erano 2500, dunque ci saranno 297 soldati in più su cui il Parlamento sovrano non si è espresso.
Adesso che le regole di ingaggio sono cambiate, il contingente italiano potrà anche attaccare i Talebani e bombardare le basi terroristiche, magari evitando di colpire qualche villaggio di civili inermi come invece hanno fatto i loro colleghi americani.
Con la speranza che gli artiglieri nostrani non sbaglino mira, rileggiamoci per l'ennesima volta l'articolo 11 della Costituzione:
L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali.

Il PD ostacola la giustizia

urnarainews24: Petrolio e tangenti, primo 'no' alla Camera all'arresto di Margiotta. Solo Idv favorevole
Alla richiesta della "base" di maggior trasparenza e pulizia all'interno del partito, il PD continua dritto e imperterrito lungo la falsa riga berlusconiana.
Tutto ritorna, non è bastato il risultato catastrofico delle elezioni regionali in Abruzzo, il pensiero unico è ormai ovunque: ostacolare la giustizia ad ogni costo. Berlusconi docet!

mercoledì 17 dicembre 2008

Non sarà un Natale felice

lavoro minorile
Apertura di un tg nazionale sulla crisi economica: per gli americani non sarà un Natale felice.
Pensate ai poveri bambini statunitensi che forse non potranno permettersi un bel regalo costoso, tipo un pallone in cuoio cucito da un bambino asiatico.

Marco Travaglio e Carlo Vulpio a Bari

Avete presente il giornalista Carlo Vulpio? Era quello che indagava sui fatti di Catanzaro e Salerno, che poi è stato rimosso dall'incarico dal suo direttore, Paolo Mieli, con una telefonata.
Questo è il video della conferenza in cui presenta il suo libro insieme a Travaglio e dice un sacco di cose interessanti. Di seguito ci sono due interventi di Travaglio.

PlayList Video: Marco Travaglio e Carlo Vulpio a Bari

martedì 16 dicembre 2008

Perdas, il silenzio dei missili

I racconti di un ex sindaco che ha lottato una vita per sapere se nel poligono militare di Quirra, in Sardegna, si facesse uso di proiettili all'uranio impoverito:
Antonio Pili: «Troppo curioso, me l'hanno fatta pagare»
di GIORGIO PISANO - L'Unione Sarda 7 Dicembre 2008

I morti? Una settantina. I sospetti? Un'infinità. Le certezze? Nessuna. Poi c'è quel rumorosissimo silenzio che avvolge tutto, che spiega e non spiega. Che lascia spazio a qualunque ipotesi. Antonio Pili, medico pneumologo ed ex sindaco di Villaputzu, ha lasciato poltrona e lavoro con un dubbio che nel tempo si è fatto ossessione. E l'ossessione allarme. «Però paura no. Perché io non ho paura». Firmerebbe un'autocertificazione per dichiararsi capace di intendere solo per dar voce ai mille tarli che lo assillano: «Cos'è veramente la base di Perdasdefogu?, a cosa serve?, chi la utilizza e per farci cosa?, quale impenetrabile segreto continua a nascondere?» Pili non è esattamente un antimilitarista e nemmeno un pacifista. Schierato col centrodestra, crede nella necessità della Difesa e dunque nelle aree da destinare all'addestramento delle truppe. Ma troppi particolari non tornano: i morti forse collegati all'uso di munizionamento all'uranio impoverito, l'epidemia di tumori alle ghiandole linfatiche, l'inquinamento ambientale e acustico. «Dovreste vedere cosa succede quando lanciano un missile. Le pecore impazziscono, perdono il senso dell'orientamento, scappano dove capita. Terrorizzate». E gli uomini? In qualche caso tirano le cuoia: siamo già all'ottava commissione d'inchiesta istituita per capire se c'è un nesso tra il poligono e i cadaveri in lista d'attesa. «E che dire dei mostri, dei capretti che nascono con due teste, delle malformazioni, della collezione di orrori che sono diventati i nostri animali?» continua>>

Cheney approvò torture a Guantanamo

GuantanamoDopo che il Senato Usa ha ritenuto l'ex Segretario alla Difesa Donald Rumsfeld responsabile dei maltrattamenti subiti dai prigionieri di Guantanamo, anche Dick Cheney, attuale Vice Presidente degli Stati Uniti d'America, ha ammesso di avere approvato le barbare tecniche di interrogatorio messe a punto dalle forze statunitensi.
La dichiarazione era presumibile visto che anche Condoleeza Rice, con gran parte degli alti responsabili dell'amministrazione Bush, ha preso parte alle riunioni riguardanti le tecniche di interrogatorio. Per Cheney è necessario mantenere aperta la base militare statunitense di Guantanamo a tempo indeterminato, questo fa capire quanto poco gli importi dei giudizi morali della sua gente, sempre che agli statunitensi sia rimasta un po di morale.

Google ignora il blog

Può un motore di ricerca ignorare completamente un blog?
Certo che può, Google l'ha appena fatto!

visite
Andamento delle visite da motori di ricerca

lunedì 15 dicembre 2008

Il cuore si riparerà da solo

Questa notizia è dedicata a chi se ne sbatte altamente dei finanziamenti all'Università:
Il cuore colpito da infarto presto si riparerà da solo. E' la clamorosa via tutta italiana che ha scoperto come rieducare le cellule staminali cardiache a riparare il cuore danneggiato. Infatti, le cellule staminali svolgono il delicato compito di aggiustare il muscolo cardiaco ma dopo un infarto le cellule non riescono più ad assicurare questa preziosa auto-riparazione. Studiosi italiani, dell'Università ‘La Sapienza' di Roma e del Laboratorio di Biologia Molecolare Europeo (EMBL) di Monterotondo. [lescienze]

Mediaset cade sul digitale terrestre

tvIl digitale terrestre in Sardegna, che copre tutta l'isola, ha fatto venire alla luce alcuni altarini interessanti. Si è scoperto che le tv Mediaset hanno perso ben 7,8 punti di share rispetto allo stesso mese dell'anno precedente (quando il sistema era totalmente analogico). Anche la Rai perde, dal 40,7 al 38,8 %, ma recupera con la sua nuova offerta digitale passando a più 3,6 punti. Con la7 a più 2,8 % si scopre dove sono finiti gli altri telespettatori persi dalle tv del Berlu.
A questo punto si dovrebbe porre rimedio anche nel resto della nazione visto che il telespettatore medio sembra volere qualcosa di diverso dalla solita minestra, senza contare che ognuno di quei punticini sono una caterva di euro in pubblicità e la situazione nel resto d'Italia sembra favorire sempre la stessa persona.

domenica 14 dicembre 2008

Giornalista rimosso per “Why Not”

Il giornalista Carlo Vulpio, che indagava sui fatti di Catanzaro e Salerno, è stato rimosso dall'incarico dal suo direttore, Paolo Mieli, con una telefonata. Ecco come dal suo sito descrive i fatti:
Esonerato. Rimosso. Congedato. Trasferito. Con una telefonata, il mio direttore, Paolo Mieli, ha dichiarato concluso il mio viaggio fra Catanzaro e Salerno, Potenza e San Marino, Roma e Lamezia Terme. Un viaggio cominciato il 27 febbraio 2007, quando scoppiò “Toghe Lucane” (la terza inchiesta di de Magistris, con “Poseidone” e “Why Not”). Un viaggio che mi fece subito capire che da quel momento in poi nulla sarebbe stato più come prima all’interno della magistratura e in Italia.

Sarebbe auspicabile uno sciopero dei cronisti del Corriere, ma siamo in Italia e il Corriere è il Corriere.

I miliardi persi dagli USA

Spesi in Iraq 117 miliardi di dollari per la ricostruzione, al massimo, scrive il New York Times, è stato rimesso in piedi ciò che è stato distrutto nel 2003. Almeno 100 miliardi di dollari spariti nei meandri di una guerra nata per arricchire i ricchi e bombardare i poveri.
L'amministrazione Bush ha sempre avuto le mani bucate. Il 10 settembre 2001, infatti, Donald Rumsfeld fu costretto ad annunciare che il Dipartimento della Difesa non era in grado di rintracciare la destinazione di ben 2,3 miliardi di dollari:
Video: Quei "trilioni" persi dal Pentagono..

sabato 13 dicembre 2008

Detenuti di Guantanamo in Europa

GuantanamoGli USA stanno cercando di convincere i paesi europei ad ospitare decine di detenuti di Guantanamo in modo che Barack Obama possa chiudere il famigerato campo di prigionia. I detenuti che verrebbero trasferiti sono stati considerati non pericolosi per l'Occidente e non estradabili nei loro paesi d'origine. Gli altri presunti terroristi, considerati più pericolosi, verrebbero trasferiti negli Stati Uniti per essere processati con diritti legali adeguati. Ciò comporterebbe la creazione di un tribunale speciale progettato per gestire materiale altamente sensibile dell'intelligence e per proteggere l'identità del personale della CIA . Alcuni prigionieri avranno sicuramente una riduzione di pena, rispetto a quelle chieste nei loro confronti a Guantanamo dai tribunali militari, perché gran parte degli elementi di prova contro di loro è stato raccolto attraverso la tortura. La tortura è stata denunciata dai gruppi per i diritti umani e poi accertata dal Senato degli Stati Uniti.

Berlusconi arruffapopolo e egoista

Berlusconi"un arruffapopolo imprevedibile e egoista", così è stato definito Berlusconi da una giuria di 12 giornalisti di 9 diversi paesi scelti dal quotidiano francese La Tribune. La suddetta giuria ha anche stilato una classifica dei 27 leaders europei più amati in cui il nostro premier si è classificato ultimo. Da noi non si capisce quale sia l'amore della gente verso il primo ministro, però c'è da segnalare l'appello di Massimo Fini e Marco Travaglio che, dopo l'annuncio di Silvio di voler cambiare la Costituzione a colpi di maggioranza, chiama cittadini alla sommossa con un finale abbastanza chiaro:
Una democrazia che non rispetta i suoi presupposti non è più una democrazia. Una democrazia che non rispetta le sue regole fondamentali non può essere rispettata. A questo punto, perché mai un cittadino comune dovrebbe rispettarla, anziché mettersi “alla pari” col Presidente del Consiglio? “A brigante, brigante e mezzo” diceva Sandro Pertini quando lottava contro il totalitarismo. O per finirla in modo più colto: “Se tutto è assurdo”, grida Ivan Karamazov “tutto è permesso”

A buon intenditor ...

venerdì 12 dicembre 2008

Rumsfeld responsabile per i maltrattamenti di Guantanamo

bush ranchSembra la scoperta dell'acqua calda, ma il fatto che il Senato Usa ritenga l'ex Segretario alla Difesa Donald Rumsfeld responsabile dei maltrattamenti subiti dai prigionieri di Guantanamo, Cuba e Iraq, è un gran passo avanti per una democrazia degna di questo nome. Stando al rapporto diffuso dal Senato Usa, Rumsfeld avrebbe incoraggiato l'utilizzo di tecniche contrarie alla Convenzione di Ginevra.
Anche Condoleeza Rice, con gran parte degli alti responsabili dell'amministrazione Bush, hanno preso parte alle riunioni riguardanti le tecniche di interrogatorio. Per questi loschi figuri, sarebbe auspicabile una condanna penale, ma certe cose si tende a relegarle nelle note dei libri di storia.

giovedì 11 dicembre 2008

L'Italia bombarderà l'Afghanistan

Avevamo già scritto della storia del "Caveat", o regole d'ingaggio, e avevamo già menzionato che Bush avrebbe fatto pressioni per un aiutino extra in Medio Oriente e il nostro governo, in versione zerbino, avrebbe cambiato le regole di inga... pardon, Caveat.
Infatti: Da gennaio i soldati italiani in Afghanistan combatteranno davvero: non più solo sporadiche azioni difensive, ma anche offensive pianificate. E i nostri cacciabombardieri Tornado potranno anche effettuare i bombardamenti. E' questa, più che l'invio di rinforzi, la novità scaturita dalla visita romana del capo del Comando Centrale Usa, generale David Petraeus, venuto a ordinare un maggior impegno dell'Italia sul fronte afgano.[peacereporter]

Ora in nostri soldati potranno attaccare e bombardare i Talebani in barba all'articolo 11 della Costituzione italiana:
L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali.

Alfano contro i PM

repubblicaLa riforma della giustizia, di cui parla Alfano, sembra voler eliminare uno degli aspetti fondamentali della legalità in un paese democratico: l'autonomia della magistratura.
Leggete cosa dice il procuratore aggiunto di Torino: " ...hanno trovato il modo per sottoporre il pm all'esecutivo senza modificare la Costituzione. Nel momento in cui non ha il controllo diretto sulla polizia giudiziaria e deve attendere che sia la pg a trovare i reati che lui dovrà perseguire, il magistrato non può far altro che stare fermo ad aspettare le notizie. E siccome la polizia dipende dall'esecutivo, cambiare il rapporto tra pm e pg ottiene lo stesso risultato a cui il governo mira da tempo."
Con la legislazione attuale è il pm che segue le indagini, se dovesse passare la riforma di Alfano sarebbe la polizia giudiziaria a stabilire quali indagini seguire. Dato che la pg dipende dall'esecutivo, cioè il ministero, viene da chiedersi se in futuro le inchieste sui politici saranno altrettanto proficue.

mercoledì 10 dicembre 2008

Bush: it's time for Robert Mugabe to go

Bush:«it's time for Robert Mugabe to go»[timesonline]
Perfino Bush si è deciso ad invitare Mugabe ad andarsene, lo Zimbabwe sta vivendo un periodo terribile: 774 morti di colera con 15.500 persone contagiate, iperinflazione che ha superato i 231 milioni per cento e un tasso di disoccupazione che ha raggiunto l'80 per cento.
Ci accorgiamo degli africani solo quando sbarcano dai barconi della disperazione.

Video: Zimbabwe Hiding Cholera Epidemic

Google Zeitgeist e la cultura italiana

Per inquadrare il patrimonio culturale di una popolazione, si possono prendere in considerazione le parole più cercate su internet.
Google Zeitgeist è uno screening delle parole più cercate sul famoso motore di ricerca, al netto dei "termini pornografici" che piacciono tanto alla maggior parte degli esseri umani di questo mondo, che viene redatto ogni anno da Google:

Ricerche più popolari
1. youtube
2. roma
3. lavoro
4. casa
5. sardegna
6. uomini e donne
7. iphone
8. istruzione
9. elezioni
10. dieta

"Uomini e donne" probabilmente si riferisce alla famosa (sic!) trasmissione televisiva. Non si può prescindere dai gusti propinati dal moderno focolare domestico, infatti viene stilata anche una classifica dei programmi televisivi più ricercati:

Programmi televisivi
1. forum
2. amici
3. uomini e donne
4. grande fratello
5. la talpa
6. isola dei famosi
7. report
8. x factor
9. le iene
10. zelig

A parte Report, se cercavate la conferma del nostro basso livello culturale... l'avete trovato.

martedì 9 dicembre 2008

Wikipedia censurata a prescindere

w
La pagina di Wikipedia dedicata ad un album degli Scorpions, Virgin Killer, è inaccessibile al 95 per cento degli utenti britannici. La causa sembra essere l'immagine dell'album in cui è raffigurata una bambina nuda, apparentemente prossima alla pubertà, che è stata valutata come immagine pedopornografica dai moralisti d'oltremanica.[punto-informatico]
Non entrando nella questione moralistica, è sconcertate valutare come sia facile filtrare una pagina web, non tanto dal punto di vista tecnico quanto da quello legale. Se un contenuto internet crea problemi lo si filtra a prescindere.
Poi ci lamentiamo della Cina.

lunedì 8 dicembre 2008

Facebook, grande fratello a gratis

FacebookFacebook è valutato più di 16 miliardi di dollari e conta attualmente oltre 100 milioni di utenti.
100 milioni di utenti che volontariamente mettono a disposizione: date di nascita, foto, lista delle conoscenze, tendenze politiche, gusti sessuali, cose preferite (programmi tv, musica, siti internet, abiti, auto, etc), sondaggi auto prodotti, numeri di cellulare, indirizzi e-mail e molto altro ancora. I padroni di Facebook hanno a portata di click tutto quello che serve alle aziende e ai governi gratis! È una genialata!

domenica 7 dicembre 2008

Travaglio vs CSM

Leggendo solo il post di Travaglio, sembra di vivere in un regime d'altri tempi. Quando il suo pezzo recita:
Tutti uguali, tutti a casa. Pari e patta.Come aveva anticipato la stampa di regime ieri mattina.
Corriere della sera: “Guerra tra pm”. Repubblica: “Guerra tra pm”. Stampa: “Guerra dei pm”. travaglioGiornale: “Guerra tra giudici”. Mattino: “Guerra tra procure”. Unità: “Guerra totale tra procure”. Riformista: “Toga contro toga”. Europa: “Guerra civile fra magistrati”. In attesa del Partito Unico, abbiamo il Giornale Unico.
Tutti a sostenere che Salerno uguale Catanzaro, anche se Salerno indaga su Catanzaro per un obbligo di legge, mentre Catanzaro indaga su Salerno contro la legge".
ti si accappona la pelle e vorresti uscire con un forcone in mano e farti giustizia da solo.
Però c'è qualcosa che non torna. Leggendo l'articolo di Repubblica, si trovano parecchi punti a favore della tesi di "regime", per esempio: le 1700 pagine del decreto di sequestro che sono state pubblicate su Internet vanno ben oltre la privacy degli indagati, Jannelli che rivela: "Durante la mia permanenza a Catanzaro sono venuto a conoscenza che la procura di Paola stava svolgendo una indagine parallela alla nostra, quasi un doppione di Why not" evidenzia un possibile contrasto tra i due indaganti .
Sembra che l'atto del CSM sia stato veramente "dovuto". Resta da sperare che, dopo finiti gli accertamenti, si continui con "Why not", altrimenti si potrebbe riprendere in considerazione l'opzione "forconi".

sabato 6 dicembre 2008

L'Italia ha vinto il «Fossile del giorno»

Titolone sul corriere:
Italia finalmente prima al mondo
Ma per la «vergogna ambientale»

L'Italia ha vinto il «Fossile del giorno», il premio ci è stato generosamente assegnato dalla Conferenza mondiale sul clima in corso a Poznan. Il bruttissimo premio viene assegnato quotidianamente a uno o più Paesi che si sono contraddistinti per una evidente avversità verso il processo negoziale sul clima.
La Prestigiacomo, attuale Ministro dell'Ambiente, tra una seduta dall'estetista e l'altra, si chiede: che cosa ha fatto il nostro Paese per meritarsi il «Fossile del giorno»?
Be, a parte le continue dichiarazioni avverse del governo, tra cui quella del ministro per le Politiche europee Andrea Ronchi che ha dichiarato:«L'Italia resti fuori» «Rischiamo di perdere competitività», o quelle di Confindustria per bocca della Marcegaglia :"I parametri UE uccidono l'industria" e "Danni enormi alle economie in cambio di benefici infinitesimali per l'ambiente", non ha fatto assolutamente niente!

Germanwatch edizione 2008, che valuta gli sforzi dei principali paesi del mondo in fatto di controllo delle emissioni di Co2:

venerdì 5 dicembre 2008

Rete4 è legale, l'ha detto anche Bruno Vespa

Se Rete4 è legale o illegale lo stabilisce Vespa, è come l'ormai consolidata frase: se l'ha detto la televisione è vero. È questo il pensiero di Piersilvio, per lui l'argomento Rete4 Europa7 si può considerare archiviato il resto non ha importanza. Ormai anche il "fu" centro sinistra lo ritenne "archiviato", quando "il 1° aprile (e quando, se no?) il Consiglio dei ministri ha varato un decreto per l'immediata esecuzione di tutte le sentenze della Corte europea di giustizia di Lussemburgo. Tutte tranne una: quella del 31 gennaio 2008, che dichiara illegittime le nostre leggi sulla tv perché consentono a Rete4 di trasmettere sulle frequenze analogiche che spettano a Europa7 in virtù della celebre gara per le concessioni nazionali del 1999, vinta da Europa7 e persa da Rete4. Perché mai quella sentenza no e tutte le altre sì? «Perché ­ spiega il ministro Emma Bonino - non aveva carattere di urgenza. Se si trova una soluzione, può essere presa in considerazione più avanti o in un secondo decreto»"[Marco Travaglio su L'Unità].

Parte PandoraTV, con un'intervista esclusiva a Licio Gelli

logoParte PandoraTV, con un'intervista esclusiva a Licio Gelli
Il venerabile: "Obama? Verrà eliminato in quattro o cinque mesi"
Con un'intervista video a Licio Gelli, rilanciata dal numero de L'Espresso domani in edicola, parte ufficialmente la programmazione su web e satellite di PandoraTV, il format di informazione e approfondimento indipendente sostenuto dai contributi dei singoli cittadini.
Leggi tutto

giovedì 4 dicembre 2008

L'UE blocca Israele

gazaBuone notizie da Bruxelles: il Parlamento europeo ha bloccato la partecipazione di Israele ai programmi comunitari in attesa che questi rispetti i diritti dei palestinesi.
Il protocollo di cooperazione tra Israele e Ue è stato rinviato grazie ai voti del gruppo della Sinistra europea, con l’appoggio dei verdi e dei socialisti.
Ricordiamo che a causa dei blocchi imposti da Israele, a Gaza si sta violando il diritto internazionale, la gente non ha più cibo, medicinali e carburante.
L'alto commissario della Nazioni Unite per i Diritti Umani, la diplomatica nigeriana Navi Pillay, denuncia: "A causa del blocco un milione e mezzo di palestinesi tra uomini, donne e bambini sono stati forzatamente deprivati dei loro più fondamentali diritti umani per mesi. E' una diretta violazione del diritto internazionale umanitario, e deve cessare subito"

"ip" unico per tutti

Dopo le dichiarazioni del cavaliere di ieri sulla regolamentazione di internet, si comincia a delineare il pensiero del governo:
ROMA (3 dicembre) - Il ministro dell'Interno Roberto Maroni, durante l'informativa alla Camera sull'arresto dei due presunti terroristi marocchini, ha detto che per contrastare il terrorismo che si serve di internet è necessario «il controllo sui dati di tracciamento delle comunicazioni telematiche. Stiamo lavorando con i gestori per la realizzazione del numero 'ip' unico per ogni utente della rete, in modo da evitare il rischio di cancellazione e di impossibilità di utilizzo per diversi mesi»
[Il Mattino, via Massimo Mantellini ]
Un "ip" unico per ogni connessione, comporterebbe un controllo serrato su tutti gli utenti internet, alla stregua di una telecamere puntata su una persona 24 ore su 24.
La scusa del terrorismo va sempre di moda e purtroppo funziona.

mercoledì 3 dicembre 2008

La guerra in Iraq torna in tribunale

IraqI pm di Roma e Milano, riportano alla luce i due pesanti fardelli ereditati dalla guerra in Iraq: la strage di Nassiriya e il sequestro dell'ex Imam di Milano Abu Omar. Nel processo in corso davanti al giudice per le udienze preliminari militare di Roma, il pubblico ministero ha chiesto due condanne e una richiesta di rinvio a giudizio contro tre alti ufficiali dell'esercito italiano colpevoli di non aver garantito la sicurezza nella base militare Maestrale di Nassirya. Mentre, a Milano, i pm Sparato e Pomarici accusano gli ultimi due presidenti del consiglio di aver utilizzato in modo strumentale il segreto di stato per impedire all'autorità giudiziaria l'accertamento della verità sul sequestro di Abu Omar.
Quest'ultimo processo è stato sospeso in attesa che la Consulta decida sui conflitti di attribuzione tra poteri dello stato sollevati dal governo contro la magistratura milanese. Visto che il processo di Milano riguarda pure Silvio, si è sollevata anche la questione del segreto di stato, ma i pm non sembrano d'accordo quando replicano: "Ma stiamo scherzando o siamo in uno stato serio?".
Stato serio? In Italia? C'è qualcuno che se lo chiede ancora.

Guarda Sky e dimentica il resto.

tvI tagli alla scuola e all'università? Dimenticati.
Le difficoltà sovra umane per ottenere lo sconto del 55% sulle rinnovabili? Dimenticate.
La gente che non riesce più ad arrivare alla fine del mese? Dimenticata.
Il 10% degli italiani che detiene il 42% della ricchezza totale? Dimenticati.
Il precariato dilagante? Dimenticato.
Però abbiamo la vibrante protesta del PD e dei giornali per la "tassa" su Sky, voi mettere?
L’Iva agevolata sulla pay-tv fu un favore fatto a Berlusconi nel 1991 dal ministro socialista Rino Formica e dal governo Andreotti. Dini voleva rimettere le cose apposto aumentando l'Iva al 19% ma poi fu votato un emendamento di mediazione che fissò l'imposta al 10% attuale. L'emendamento passò con il voto decisivo di Rifondazione Comunista, il suo leader dell'epoca era Fausto Bertinotti!
Se il PD aiuta il "compagno" miliardario Murdoch, a noi chi ci pensa?
Guarda Sky e dimentica il resto.

ANSA 2008-12-03 12:35

SKY: UE, SE NON CAMBIA ALIQUOTA PARTE PROCEDURA
BRUXELLES - ''Se le autorita' italiane dovessero insistere nel non cambiare le aliquote iva sulla tv a pagamento, la commissione ue dovra' aprire una procedura di infrazione''. Lo ha detto una portavoce dell'esecutivo europeo sottolineando che le aliquote non possono essere diverse.

martedì 2 dicembre 2008

Le pecore alla diossina di Taranto

L'Azienda sanitaria locale di Taranto ha bandito la gara per l'abbattimento di 1600 pecore, intossicate dalla diossina perché allevate nelle masserie comprese nel tratto fra Taranto, Statte e lo stabilimento siderurgico Ilva.
La diossina tende a depositarsi nel terreno e finisce nella catena alimentare. Il bioaccumulo è il processo attraverso cui sostanze tossiche persistenti (per esempio il DDT, le diossine o i furani) si accumulano all'interno di un organismo, in concentrazioni crescenti man mano che si sale di livello trofico nella catena alimentare.
Detto in parole povere: man mano che si sale sulla catena alimentare, la concentrazione di inquinati cresce. Chi sta in cima alla catena ne assume la concentrazione maggiore.
Chi sta in cima alla catena? Chi si mangia le pecore, cioè NOI.

Gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio

Omosessuali, Vaticano contro l'Onu sulla legge di depenalizzazione
« O non sapete che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non illudetevi: né immorali, né idolàtri, né adùlteri, né effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriaconi, né maldicenti, né rapaci erediteranno il regno di Dio. » (1 Corinzi 6,9.10)

Impiccagione

lunedì 1 dicembre 2008

Israele respinge aiuti per Gaza

gaza
Come si aumenta la tensione fra Israele e i palestinesi di Gaza?
Semplice, si utilizza ogni mezzo per ridurre questi ultimi alla fame in modo tale da fomentarne l'odio verso gli ebrei e costringerli ad appoggiare i gruppi terroristici locali.
Esempio:
Questa mattinata la marina israeliana ha respinto una nave libica carica di aiuti umanitari diretta a Gaza. L'episodio è stato confermato anche dal Ministero degli esteri israeliano. [secondoprotocollo.org]

Le ciabatte come Sky

tvLa signora Rossi, casalinga, è sposata con il signor Bianchi, operaio, e hanno un reddito familiare di 1100 euro al mese. La mattina il signor Bianchi, prima di andare al lavoro, compra un quotidiano e legge che il governo vuole portare l'iva di Sky al 20%. Dopo aver imprecato contro Silvio e il suo conflitto di interessi, pensa che tanto l'abbonamento Sky lui non se lo può permettere ed entra in fabbrica.
Nel frattempo, concluse le faccende domestiche, la signora Rossi va a fare la spesa nel mini market sotto casa, compra: pasta (iva al 4%), pane (iva al 4%), carne (iva al 10%), verdura (iva al 4%), salsiccia (iva al 10%) e pesce (iva al 10%). Mentre torna a casa, passa al mercatino e vede un paio di ciabatte (iva al 20%), pensa di comprarle perché le vecchie sono talmente usurate da non poter essere più utilizzate. «Quanto costano?», chiede al commerciante, e questi risponde:« 25 euro signo'» e lei:« così tanto?» e il commerciante:« a signo' e io l'abbonamento Sky come me lo pago se no?» e la signora:« e io devo andare in giro scalza?».

Fonte dati iva:unioneconsulenti.it

domenica 30 novembre 2008

L'Europa NON è cristiana

cristianiMagdi Cristiano Allam, giornalista e scrittore egiziano naturalizzato italiano, fonda un nuovo partito: "Protagonisti per l'Europa Cristiana". Ecco le sue dichiarazioni sul Corriere:« [...] L'Europa "è" cristiana! [...] le radici giudaico-cristiane sono il binario principale e oggi rappresentano una necessità: è la loro dimenticanza che ci ha portati al relativismo etico e religioso, alla deriva. L'Europa rischia il suicidio».
Dando per scontato che l'Europa NON è cristiana ma LAICA, si può anche ritenere che "le radici giudaico-cristiane" NON "sono il binario principale" perché non si può escludere il contributo delle idee socialiste e LAICHE che hanno avuto un ruolo fondamentale per la cultura del popolo europeo.

sabato 29 novembre 2008

La guerra ha bisogno di pubblicità

Dal post"Vedi Pakistan leggi Afghanistan" :
"Perciò non stupitevi se, d'ora in avanti, sentirete parlare spesso di Al Qaeda Pakistan, terroristi Pakistan, 11 settembre Pakistan, attacco Pakistan, perché la guerra ha bisogno di pubblicità."

Ecco i titoloni di oggi:

repubblica.it
"Volevamo un 11/9 indiano"

corriere.it
Terrorista arrestato: "Sono pakistano"

ilmessaggero.it
Il terrorista catturato: sono pakistano

ilgiornale.it
L'11 settembre indiano

lastampa.it
Un terrorista: addestrati in Pakistan

rainews24.rai.it
Un terrorista arrestato è pakistano

Sarà un caso?

Scajola all'ONU, che cu'!

Atr42Onu, Scajola a Doha:"La lotta al terrorismo si vince anche con la lotta alla povertà. Non vi può essere pace stabile e duratura senza maggiore equilibrio nella distribuzione della ricchezza tra i popoli"
Ma la notizia qual'è?:
1) La lotta al terrorismo si vince anche con la lotta alla povertà.
2) Scajola ha finalmente detto una cosa intelligente.
3) Scajola ha detto una cosa scontata.
4) Scajola è a Doha e quindi non può prendere il volo Albenga-Roma.
5) Scajola smette per un attimo di pubblicizzare il nucleare.
6) Scajola ci rappresenta all'ONU, che culo!

venerdì 28 novembre 2008

Vedi Pakistan leggi Afghanistan

IndiaPer i servizi segreti Indiani, gli attacchi terroristici di Mumbai sono opera del Lashkar-e-Toiba, l'ormai famoso gruppo jihadista pachistano legato ad Al Qaeda e ai servizi di Islamabad.
Comunque i dubbi rimangono perché: il Lashkar-e-Toiba ha smentito ogni coinvolgimento, i Mujaheddin Indiani - che hanno annunciato e poi rivendicato l'attacco a Mumbai - non vengono tenuti in considerazione, l'attacco non era kamikaze e, nonostante la caccia all'angloamericano, su oltre cento vittime solo una è britannica.
I media occidentali stanno al gioco, rievocano parole già sentite sette anni fa: Al Qaeda, terroristi, 11 settembre (indiano), attacco, etc. Però è cambiata una parola, anzi, il nome del paese che ospita i terroristi, non si parla più dell'Afghanistan ma del Pakistan.
Avevamo già scritto dei bombardamenti USA in territorio pachistano e dei recenti attriti tra Islamabad e Washington che hanno portato il presidente Asif Ali Zirdari a stringere accordi con la Cina per staccarsi dagli aiuti occidentali. Gli attacchi non si sono fermati e se gli Stati Uniti vogliono aumentare il volume di fuoco hanno bisogno dell'appoggio dell'opinione pubblica internazionale.
Perciò non stupitevi se, d'ora in avanti, sentirete parlare spesso di Al Qaeda Pakistan, terroristi Pakistan, 11 settembre Pakistan, attacco Pakistan, perché la guerra ha bisogno di pubblicità.

Pandora tv a Cagliari

Solo per ricordarvi che oggi, venerdì 28 novembre, ci sarà la presentazione di Pandora tv a Cagliari alle ore 18:30 presso la sala diamante ex vetreria di Pirri in via Italia 67.
Noi ci saremo, se passate ci facciamo due chiacchiere.

giovedì 27 novembre 2008

La sparata di Frattini: è sicuramente Al Qaeda

PHOENIXIl ministro degli Esteri Franco Frattini: «Quaranta italiani - ha detto - sono rifugiati nel consolato italiano di Mumbai, mentre altri sette si trovano ancora nell’albergo non del tutto liberato». «Siamo di fronte - ha aggiunto il titolare della Farnesina - a un strategia meticolosa che non può che appartenere ad Al Qaeda»[Corriere.it]
"non può che appartenere ad Al Qaeda"? E le prove? ma andiamo con ordine:
Per Frattini è sicuramente stata Al Qaeda; per i servizi Indiani è opera del gruppo terrorista Lashkar-e-Toiba (Esercito dei Puri), il principale gruppo armato indipendentista kashmiro sostenuto dai servizi segreti pachistani e legati ad Al Qaeda (ma non è Al Qaeda); per Chrtistine Fair, nota studiosa di terrorismo sud-asiatico, e Bruce Hoffman, esperto di terrorismo della Georgetown University, gli attacchi in questione non hanno niente a che vedere con Al Qaeda perché il modus operandi è completamente diverso, è più probabile che si tratti dei Mujaheddin Indiani che avevano già minacciato un "mortale attacco" a Mumbai.
Per concludere in bellezza, c'è pure un braccialetto sacro, segno di riconoscimento degli estremisti indù (quindi non musulmani), indossato da alcuni terroristi durante l'assalto.
Comunque per Frattini è sicuramente Al Qaeda.

Oscuramento preventivo su wikipedia

Filippo Facci

Vai a: Navigazione, cerca
Questa pagina è protetta
Attenzione: questa pagina è stata oscurata e bloccata a scopo cautelativo a seguito di minaccia di azioni legali contro i redattori della voce e/o Wikimedia. Verrà eventualmente ripristinata alla fine della vicenda che la riguarda.
Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Filippo_Facci"


Dovevano esserci scritte cose indicibili, ma non è una gran perdita.

mercoledì 26 novembre 2008

Il messaggio sessuale di Vladimir Luxuria

Si sa «quanto facciano male i kebab», appello al «boicottaggio permanente di tutti i negozi gestiti da immigrati», «noi non volevamo dirvi di non andare a mangiare il kebab; diciamo solo che se ci tenete alla vostra salute fareste meglio a non farlo». «Cambiamo discorso, mantenendoci sempre, però, sulla culinaria…» Luxuria «ma è ancora in parte uomo oppure è oramai totalmente donna?».«Il messaggio che passa da questi show» «è che per emergere bisogna essere così, e che quindi la persona perbene che lavora da mattino a sera, e che magari ha l’ambizione di crearsi una famiglia, non vale nulla».«In orari in cui anche i bambini sono davanti alla televisione», col rischio che che «il messaggio sessuale di Vladimir Luxuria faccia breccia nei giovani, che sono portati alla trasgressione. Perché anche noi abbiamo trasgredito, ma in maniera sana, con le ragazze»
Discorsi tratti da Radio Padania [l'Unità]
Questa Lega è proprio una vergogna.

Serra contro il popolo dei blog

Un Michela Serra particolarmente irritato, si sfoga contro "il popolo dei blog" che ha dato della "scansa fatiche" alla deputata Mongherini. L'onorevole si è assentata dalla camera per colpa di una gravidanza a rischio che si è conclusa, purtroppo, con la perdita del bambino:
Serra scrive:
"La deputata Mongherini è assenteista? Se la spassa a spese dei cittadini? Approfitta dei privilegi dei politici? No. La deputata Mongherini ha una gravidanza a rischio. Cerca di salvare il suo bambino. E nel frattempo come se la croce non bastasse è costretta a fronteggiare il popolo dei blog che la incalza, la accusa, le chiede conto delle sue troppe assenze, la sbatte nel novero dei furbetti della casta, la invita sbrigativamente a “non frignare”"[ via mantellini]
Che diamine intende Serra per "il popolo dei blog"? Non si può far rientrare migliaia di persone diverse in una categoria così "impalpabile". Chiunque può postare o commentare in un blog: dal comunista al fascista, dal professore universitario al ragazzino delle scuole medie, dall'imprenditore all'operaio, etc etc.
Chi scrive nei blog è una persona, con tutti i sui difetti, ma è sempre una persona. Tanto vale che Serra se la prenda con "il popolo" ... e basta.

martedì 25 novembre 2008

Nuova prova al processo di Federico Aldrovandi

Nuova prova al processo per la morte di Federico Aldrovandi. Si tratta di un documento che riporta l'analisi sul cuore della vittima, per l'accusa dimostrerebbe che Federico ha "subito uno schiacciamento del torace", cosa che ne ha "impedito la respirazione", portando il suo ritmo cardiaco da "80-100 a 10-20", con conseguente perdita di coscienza e la morte.
Dal blog dei genitori di Federico si legge:
Riteniamo che sia un documento fondamentale, così come la prossima acquisizione di tutte le foto della perizia autoptica iniziale che, come invece si sarebbe dovuto, non furono depositate integralmente e messi a disposizione del Pubblico Ministero e quindi del Giudice.
Video: verità per Federico

Aggiornamento (6 lug 2009)
Condannati per l'omicidio di Federico

Incongruenze di un paese malato

Luxuria vince l'Isola dei famosi

Luxuria

Mentre la Cgil conferma lo sciopero

Epifani

lunedì 24 novembre 2008

Crimini di guerra del fascismo

Fascist Legacy ("L'eredità del fascismo") è un documentario della BBC sui crimini di guerra commessi dagli italiani durante la Seconda Guerra Mondiale. La RAI acquistò una copia del programma, che però non fu mai mostrato al pubblico. La7 ne ha trasmesso ampi stralci nel 2004:

Video:Fascist Legacy su la7


via micromega

Presentazione di Pandora a Cagliari

Presentazione di Pandora tv a Cagliari
venerdì 28 novembre ore 18:30
presso la sala diamante ex vetreria di Pirri - via Italia 67

domenica 23 novembre 2008

L'egoismo del Papa

cattiva religione(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 23 NOV - "Se ciascuno pensa solo ai propri interessi, il mondo non può che andare in rovina". Lo rimarca Benedetto XVI.

Verissimo, non si può continuare con questo egoismo dilagante, però sarebbe auspicabile che chi predica bene poi non razzoli male. Accantonando la critica sul deprecabile utilizzo dell'8x1000 da parte del Vaticano, si può evidenziare che anche i suoi "servitori" hanno dei privilegi che non salvaguardano di certo l'interesse della comunità:

(…) Tra il 2004 e il 2007 sono stati assunti oltre 15 mila tra maestri e professori di religione. Adesso superano i 25 mila, e cifra più cifra meno costano costano 800 milioni all’anno. (…) mentre da tutte le parti ci si affanna per razionalizzare, accorpare risparmiare, l’insegnante di religione è attribuito rigidamente per classe. Questo vuol dire che c’è sempre, anche se solo uno studente di quella classe opta per l’insegnamento della religione. (..) se ci sono due classi con dieci studenti ciascuna che scelgono la religione, queste non si possono accorpare per quell’ora. Un meccanismo che moltiplica le ore e le cattedre. (…) Vale la rassicurazione del ministro Gelmini: “gli insegnanti di religione non si toccano”. (…) l’insegnante di religione immesso in ruolo non perde il posto, ma può far valere i suoi titoli per insegnare altre materie:scavalcando altri precari con meno santi in paradiso. (da dio non si taglia, di Renata Carlini, L’espresso, 27 – 11 – 2008, p. 89)[fisicamente.net]

Santità, si guardi in casa prima di proferire insegnamenti a noi umili peccatori.

sabato 22 novembre 2008

Alluvione in Sardegna, spiccioli dal governo

"miei cari concittadini sardi" diceva Silvio, "concittadino un par di palle" dovrebbero rispondere i sardi. L'ultimo regalino del governo è stata un'elemosina di 7 milioni di euro per i danni provocati dalla recente alluvione nel sud dell'isola, un'inezia se si considera che solo il comune di Capoterra ha stimato danni per 118 milioni di euro. Inizialmente è stato proposto un finanziamento di 20 milioni di euro che poi è stato bocciato dal governo e successivamente ridotto a 7. La regione Sardegna ha stanziato 38,5 milioni di euro e si spera in più fondi nella prossima Finanziaria di Tremonti (chi visse sperando ...).
Al "concittadino" Silvio sembra non fregargliene niente delle 600 famiglie che nella sola Capoterra hanno subito danni a beni indispensabili per la vita quotidiana, preferisce salvare, con 150 milioni, il Comune di Catania portato alla bancarotta dal suo medico Scapagnini.
Figli e figliastri, come si diceva una volta.

Video:Alluvione Cagliari Monserrato 22/10/2008

venerdì 21 novembre 2008

La fame di Gaza

A causa dei blocchi imposti da Israele, a Gaza si sta violando il diritto internazionale, la gente non ha più cibo, medicinali e carburante.
L'alto commissario della Nazioni Unite per i Diritti Umani, la diplomatica nigeriana Navi Pillay, denuncia: "A causa del blocco un milione e mezzo di palestinesi tra uomini, donne e bambini sono stati forzatamente deprivati dei loro più fondamentali diritti umani per mesi. E' una diretta violazione del diritto internazionale umanitario, e deve cessare subito".
La popolazione è stata costretta a costruire un tunnel che collega Gaza direttamente con l'Egitto, così possono arrivare cibo e medicinali. La situazione è drammatica:

Video: un tunnel per aggirare il blocco israeliano
Gaza

giovedì 20 novembre 2008

Barbareschi Mussolini e Franco

C'è Barbareschi ad Anno Zero, chissà se, anche questa volta, ci delizierà con le sue adulazioni fasciste. Il noto attore si era esibito in una delle sue migliori performance intellettuali nel programma Tetris di la7 con le seguenti frasi:
“in questo paese Mussolini ha fatto delle cose molto utili”
“la Spagna è avanti a noi perché ha avuto la fortuna di avere Franco”
Bravo eh?

Video:Adinolfi vs Barbareschi

Mercurio nel latte materno

La malattia di Minamata, è una sindrome neurologica causata da intossicazione acuta da mercurio. I sintomi includono atassia, parestesie alle mani e ai piedi, generale debolezza dei muscoli, indebolimento del campo visivo, danni all'udito e difficoltà nell'articolare le parole. In casi estremi porta a disordine mentale, paralisi, coma e morte nel giro di alcune settimane dai primi sintomi. Una forma congenita della malattia può essere trasmessa al feto durante la gravidanza.[wikipedia]
Questa prefazione era essenziale per riuscire a percepire la gravità dell'allarme lanciato dal sindaco di Gela Rosario Crocetta:
«A Gela mercurio nel latte materno».
Nei pressi della cittadina siciliana sorge il petrolchimico dell'Eni che, stando agli studi del Cnr, del ministero della Salute e dell'Università "La Sapienza" di Roma, inquina tutto il territorio circostante.
Visto che i petrolchimici non esistono solo a Gela, speriamo che anche gli altri sindaci si sveglino.

mercoledì 19 novembre 2008

Israele arresta blogger italiano - Aggiornamento

Aggiornamento 25/11/2008:
Vittorio Arrigoni è tornato a casa... continua>>

Aggiornamento 21/11/2008:

Comunicato Stampa dal carcere israeliano di Ramlè di Vittorio Arrigoni sui maltrattamenti ricevuti oggi... continua>>

Aggiornamento 19/11/2008:
Intervista a Vittorio Arrigoni rinchiuso nel carcere di Ramle: www.infopal.it
via logicokaos.blogspot.com

Aggiornamento 19/11/2008:
Il tg3 delle 14:15 ne parla pochissimo e non fa nemmeno i nomi:




Aggiornamento 19/11/2008:
Anche Adnkronos international riporta la notizia:
www.adnkronos.com/AKI/English/Security/
Three foreign peace activists, among them an Italian citizen are being held in Israel on Wednesday after they were arrested by Israeli forces as they were escorting a group of 15 Palestinian fishermen off the coast of Gaza. However, Italian citizen Vittorio Arrigoni, US citizen Darlene Wallach and British citizen Andrew Muncie remained in an Israeli detention centre at Ben-Gurion International Airport awaiting deportation.



Aggiornamento dal blog di Arrigoni :
Commento di marele [19/11/2008 10:35]
Vik, Andrew e Darlene sono stati trasferiti questa mattina
alla prigione Maasiyahu di Ramle. Pare che le condizioni di questo
carcere siano buone (per quanto possibile) e che loro tre si trovino in
un'area con altri attivisti internazionali e non con criminali israeliani.
Pare anche che abbiano deciso di opporsi pacificamente alla loro espulsione.
Un avvocato sta cercando di parlare con loro, ma per adesso non ci è ancora riuscito.
Si sta anche cercando di fargli avere
alcuni dei loro effetti personali (vestiti, ecc...)

I 15 pescatori palestinesi sono stati liberati questa notte e sono rientrati a Gaza. Le barche sono ancora sotto sequestro.

[18/11/08]
Israele arresta blogger italiano
Secondo le agenzie stampa palestinesi Vittorio Arrigoni, blogger italiano di 'Free Gaza', sarebbe stato arrestato dalla Marina militare Israelina martedì mattina insieme ad altri due pacifisti. Portavano medicinali a Gaza con l'imbarcazione SS Dignity.[unita.it]
Blog di Arrigoni: guerrillaradio.iobloggo.com

martedì 18 novembre 2008

Israele arresta blogger italiano

Secondo le agenzie stampa palestinesi Vittorio Arrigoni, blogger italiano di 'Free Gaza', sarebbe stato arrestato dalla Marina militare Israelina martedì mattina insieme ad altri due pacifisti. Portavano medicinali a Gaza con l'imbarcazione SS Dignity.[unita.it]
Nell'ultimo post del blog di Arrigoni, guerrillaradio.iobloggo.com, si può vedere questo video:

Video:Free Gaza: TRAMONTI DI PIOMBO (cartoline mortali da Israele)

Salva i Blog: prima iniziativa

*** Facebook Group "Salva i Blog!" ***
Contro il DDL anti-Blog presente alla Camera (DdL C. 1269)

18 NOVEMBRE - PRIMA INIZIATIVA - Invio mail alle Commissioni Parlamentari I, II , V, VI

ECCO COME PARTECIPARE! IL TESTO E GLI INDIRIZZI EMAIL -> ammazzablog.wordpress.com

lunedì 17 novembre 2008

Grillo non ha capito

Grillo non ha capito che la rete ha bisogno di troppo tempo per rappresentare un’alternativa efficace ai media più popolari. Non abbiamo tutto questo tempo, bisogna utilizzare tutte le risorse possibili. La tv vine vista in prima serata da più di 20 milioni di persone, eliminarla a prescindere è una vera idiozia.

Video:[Qui Milano Libera] Incontro con Beppe Grillo




[via Piero Ricca]

Un sms per uccidere l'Africa

CellularePovera Africa, relegata a pattumiera del modo viene trascurata dai media e riportata come notizia di serie B. Le multinazionali fanno incetta delle loro risorse naturali senza che nessuno si scandalizzi.
Il pensiero comune ritiene che le guerre dei poveri del mondo siano generate da conflitti tribali e religiosi per il controllo del territorio senza analizzare a fondo le vere ragioni che portano i signori della guerra ad uccidere e costringere i bambini al fronte.
I giornali ci hanno timidamente informato sul conflitto in Congo, terra piena di povera gente che non sa neanche cosa vuol dire possedere un cellulare. Per noi è normale avere strumenti tecnologici che ci aiutano nella vita di tutti i giorni ma ignoriamo che uno dei principali materiali di cui sono fatti si trova in quelle aree che vengono bagnate dal sangue dei bambini soldato.
Il coltan, senza questo minerale i telefoni cellulari non potrebbero funzionare. Il suo prezzo è di poco superiore all'oro e l'ottanta percento dei giacimenti scoperti si trova proprio nel Congo.
Strana la vita, mentre mandiamo un sms per finanziare la costruzione di un ospedale in Gana, contribuiamo a distruggere un villaggio in Congo.

domenica 16 novembre 2008

Quel fannullone di Brunetta

Allora ricapitoliamo, quelli di sinistra sono:
coglioni, stupidi, mangia bambini e...:
«il Paese è con me, ma un pezzo del Paese no, e me ne sono fatto una ragione: il Paese delle rendite e dei poteri forti, e quello dei fannulloni, che spesso stanno a sinistra» «Di questo mi dispiaccio perché io sono di sinistra, sono un socialista che sta in Forza Italia».
Renato Brunetta - Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione
[corriere.it]
Forse il ministro si è preso come esempio unico viste le sue ripetute assenze al parlamento europeo.

sabato 15 novembre 2008

SMS sul G8


Un amico mi manda un sms:

Hai visto? A quanto pare a Genova qualche poliziotto è impazzito ed ha pestato a sangue 90 persone... bella giustizia di merda... nano bastardo.

Io gli rispondo che non è solo questione di nani. De Gennaro, capo della polizia nel 2001, è stato trattato benissimo anche dal governo Prodi quando l'ha nominato capo di gabinetto del Ministero dell'Interno.
Lui mi risponde:

Fanno tutti schifo, e xxxxxxx dava ragione a loro... abbiamo fatto una figura di merda davanti al mondo! I Talebani sono + democratici... ciao.

I Talebani non sono più democratici, ma lo schifo rimane.

venerdì 14 novembre 2008

Vita o non vita

Sul caso di Eluana Englaro è già stato detto tutto. Le disquisizioni tra politici e Chiesa paiono una questione puramente pubblicitaria, ma la non vita di una ragazza sta finalmente per giungere al termine.
Vita o non vita? Per la chiesa cattolica solo Dio ci può togliere ciò che ci ha dato e non perde occasione di ricordarcelo, perciò possiamo dare voce a chi non ha lo stesso potere mediatico:

Attacchi USA in Waziristan

Continuano gli attacchi USA in territorio pakistano. Questa volta è toccato al Waziristan, regione montagnosa del nord-ovest, dove i droni hanno bombardato una casa uccidendo 12 persone. Stando alle unità paramilitari pakistane, tra i dodici morti vi sono nove 'stranieri'. L'obbiettivo era il 'signore della guerra' Baitullah Mehsud.
Questo ennesimo attacco probabilmente farà aumentare i rapporti diplomatici tra Islamabad e Pechino, rafforzando la nascita di grandi alleanze contrapposte che non favoriranno la fine delle ostilità.
Speriamo in Obama, se vuole un vero cambiamento deve partire dall'Afghanistan e non dal Wyoming.

giovedì 13 novembre 2008

Questa lega è una vergogna

BabyPer il Carroccio, ogni problema di questo paese è dovuto alla presenza di extracomunitari. Vorrebbero che i loro figli frequentassero aule separate, che i loro malati non fossero curati, che non gli venisse data una casa e che le loro famiglie non si ricongiungessero.
Quando i discepoli di Bossi danno fiato alla bocca, sembra che tutti i crimini vangano commessi dai clandestini, raffigurati sempre come criminali e non come poveracci che scappano dalla fame.
L'ultima trovata è stata: "C'è crisi economica, si blocchi il flusso degli extracomunitari".
Non ci sono parole, tra un po si sentirà dire "Piove, li si butti a mare".

mercoledì 12 novembre 2008

Netstrike anti Gelmini

strike

Il 13 Novembre alle ore 14:00 partecipa al Netstrike contro uno dei siti che rappresenta coloro che vogliono sottrarci il nostro futuro distruggendo l'università pubblica e laica. Continua»»

martedì 11 novembre 2008

Chiesta archiviazione per Berlusconi

evelina mannaROMA (Reuters) - La procura di Roma ha chiesto oggi al gip di archiviare l'indagine sulla cosiddetta presunta compravendita di alcuni parlamentari che vede indagato il premier Silvio Berlusconi.

C'è un odore strano nell'aria e non è gradevole.
Tanto per dare un rinfrescatina alla memoria, nell'intercettazione si sentiva Berlusconi dire:

"... Senti, tu mi puoi fare ricevere due persone ...
...La Elena Russo; e poi la Evelina Manna. Non centro niente io, è una cosa ... diciamo ... di...
...io sto cercando ... di aver la maggioranza in Senato ...
eh .. questa Evelina Manna può essere .. perché mi è stata richiesta da qualcuno ... con cui sto trattando ..."
fonte:espresso.repubblica.it

L'odore si fa sempre più forte.

aggiornamento:

Niente corruzione per Berlusconi e Saccà

lunedì 10 novembre 2008

Facebook non contempla il razzismo

Su Facebook c'è un gruppo dal nome eloquente:

DIAMO UN LAVORO AGLI ZINGARI: COLLAUDATORI DI CAMERE A GAS

Segnalandolo agli amministratori, si può notare che tra le motivazioni obbligatorie manca il razzismo.
Complimenti.

Facebook

Il palazzo limita i blog

Il palazzo ci riprova, dopo il ddl Prodi del 2007, che prevedeva l'obbligo di registrazione per tutti i blog, torna la voglia di tenere al guinzaglio la blogosfera italiana con un nuovo progetto di legge che recita:

Art. 2.
1. Ai fini della presente legge, per prodotto editoriale si intende qualsiasi prodotto contraddistinto da finalità di informazione, di formazione, di divulgazione o di intrattenimento e destinato alla pubblicazione, quali che siano la forma nella quale esso è realizzato e il mezzo con il quale esso viene diffuso.

Art. 8.
1. L'iscrizione nel Registro degli operatori di comunicazione dei soggetti che svolgono attività editoriale sulla rete internet rileva anche ai fini dell'applicazione delle norme sulla responsabilità connessa ai reati a mezzo stampa.
3. Sono esclusi dall'obbligo dell'iscrizione nel Registro degli operatori di comunicazione i soggetti che accedono alla rete internet o che operano sulla stessa in forme o con prodotti, quali i siti personali o a uso collettivo, che non costituiscono il frutto di un'organizzazione imprenditoriale del lavoro.


Luca Spinelli
sostiene che chiunque abbia un banner pubblicitario potrebbe rientrare nel comma 3 perché fa attività di impresa e moltissimi blog sarebbero costretti a registrarsi al ROC.
Morale: se disturbi qualcuno ed hai un piccolo banner nel blog, questo ti denuncia e il tribunale può chiudere preventivamente l'accesso ai tuoi post fino alla fine del processo!
E in Italia i processi tendono ad essere lunghetti.

PS:Qualcuno potrebbe dire:"allora se vuoi un banner iscriviti al ROC", ma non è così semplice, il disegno di legge è un po "fumoso" e non si capisce se bisogna registrarsi oppure no.