mercoledì 30 settembre 2009

Cor(ro)sivo 42 - Santoro magnaccia

di pugioba

Berlusconi: “Santoro? Mi porta voti”. Se tanto mi da tanto, Vespa dovrebbe portargli il tifo..

Berlusconi: “La manifestazione pro-stampa del 3 ottobre? Una farsa. Guardate invece i miei capelli”.

Santoro invita la D’Addario ad Annozero. Il PdL insorge: “Sfruttamento della prostituzione”

Famiglia Cristiana: “Governo, scarsissimi risultati”. Ahiaiai…

Arizona, da oggi ok ad armi nei bar, ma non si potranno bere dopo la mezzanotte.

Lo scudo di Franceschini

Il Fatto di oggi ci ha gentilmente informato che, grazie alle assenze dei deputati del Pd, sono state bocciate le tre questioni pregiudiziali di costituzionalità al decreto legge correttivo del pacchetto anticrisi che avrebbero permesso l'affossamento dello scudo fiscale. Gli Assenti nell'opposizione - 51 esponenti del Pd, due dell’Idv e sei dell’Udc - hanno permesso alla maggioranza di bocciare le tre questioni con 27 voti di scarto. Tra gli assenti: Massimo D’Alema, Dario Franceschini, Pierluigi Bersani, Francesco Rutelli,* Massimo Calearo, Cesare Damiano ed Ermete Realacci.
Giusto l'altro giorno, Dario Franceschini aveva detto: lo scudo fiscale "E' un condono, ed e' una vera e propria vergogna".
Esatto: vergogna!

Ps: Anche il Manifesto riporta questa notizia e lo fa con un bel titolone in prima pagina: "Scudieri"

* Francesco Rutelli è un Senatore, dunque non poteva votare alla Camera. Cantonata de "Il Fatto".

martedì 29 settembre 2009

Un futuro buio per la libera informazione

Gli attacchi alla libera informazione sono strettamente legati alla nuova frontiera del giornalismo online a pagamento. Si profila un futuro fatto di querele ai danni dei blog, o dei siti specializzati nel giornalismo partecipativo, mentre verranno rafforzati i colossi editoriali online con delle tasse aggiuntive sulla connessione ad internet.
Le grandi testate giornalistiche hanno prima pensato di far pagare le notizie con degli abbonamenti particolari, ma poi, vista la concorrenza gratuita, stanno chiedendo ai governi una sorta di contributo obbligatorio ai quotidiani per ogni computer collegato in rete.
La legislazione italiana rende le cose difficili anche ai giganti editoriali, come la Rai, figuriamoci i nani del web. Un caso recente è quello denunciato dalla Gabanelli sul Corriere riguardo alle sue numerose querele spesso prive di fondamento: "L’art. 96 del codice di procedura civile punisce l’autore della lite temeraria - aver avviato una causa per un fatto inesistente - [...] con una sanzione blanda, quasi mai applicata. [...] Nel diritto anglosassone invece [...] il giudice ha il potere di condannare al pagamento di danni punitivi «chiedi 10 milioni di risarcimento per niente? Rischi di doverne pagare 20»."
Le querele fioccheranno sempre di più e, agevolate da un sistema giudiziario lento e pro accusatore, genereranno un mare di "intimiditi" che non pubblicheranno più fatti compromettenti. Se poi a questo aggiungiamo i vari dll che cercano di frenare la libera informazione su internet, è certo che avremo un futuro dominato da La Repubblica, Il Corriere, Il Giornale, etc.

Cor(ro)sivo 41

di pugioba

Brunetta, badge e tornelli per i magistrati: "Vi siete montati la testa". Pensate cosa potrebbe escogitare quest'uomo se si chiamasse Biondina.

2009: Napolitano ha dei dubbi, ma firmerà lo scudo fiscale.
2011: Napolitano ha dei dubbi, ma firmerà per l'arresto dei dissidenti.

Barbara D'Urso: "Ho 50 anni e non sono in calo, fra 10 anni mi vedo come adesso". Cioè con il terrore di invecchiare?

Italia al 15° posto in UE per la sanità. Continuo a chiedermi quale sia la graduatoria che ci tiene nel G8.

lunedì 28 settembre 2009

Il Presidente e la guerra

Il Presidente della Repubblica ha dichiarato:"larghissimo sostegno dell'opinione pubblica e delle forze politiche all'impegno di militari italiani in missioni di pace all'estero"


"Posso confermare che ho sempre messo in luce l'importanza del larghissimo sostegno dell'opinione pubblica e delle forze politiche all'impegno di militari italiani in missioni di pace all'estero"



"Questo sostegno, di cui sono state parte integrante le forze fondamentali dell'opposizione, anche in occasione di importanti votazioni in Parlamento."



A quelli che ancora si chiedono come risolvere la questione afgana, rispondo con le parole di Gino Strada: "Noi facciamo ospedali e nessuno ci spara addosso"

Cor(ro)sivo 40

di pugioba

Benedetto XVI: "Chi guida i popoli sia credente e credibile. Guardate le mie ciabatte Prada, per esempio".

Inps: "In un anno un milione di disoccupati, vola la cassa integrazione, +409%" Intervistato in merito, il Ministro Tremonti ha esclamato: "Lo sanno anche i bambini che la cassaintegrazione non vola. E' come il debito pubblico, ma a differenza di questo ha le ali meno sviluppate. No aspettate...quelli erano l'asino e la gallina".

Sudafrica, sposa quattro donne contemporaneamente. Berlusconi: "Dilettante, io ne ho preso in moglie sette contemporaneamente. Ed ero anche il prete".

GB, Brown risponde alle domande del reporter: "Scusi Premier, lei prende tranquillanti?" "T...T...TTTRANQUILLANTI, TRRRRANQUILLANTIIIIIIIEEEAAAAOOOO?? E CHI CAZZO NE HA BISOGNO, CHI, MI CHIEDOOOO BLL....BLL...... BLEAAAAAAAAAHHAHHAHA??"

Cor(ro)sivo 39

di pugioba

Israele: “Da Iran esigiamo risposte chiare”. Più chiare rispetto al fatto che per loro non esistete?

Roman Polanski fermato in Svizzera per aver fatto sesso con una minorenne nel 1977. Quindi se i miei calcoli sono giusti…se nel 2040 coso li andrà di persona a controllare lo stato dei suoi conti all’estero…

Vasco Rossi presenta la sua cover di Creep dei Radiohead, ovvero, come uccidere una poesia defecandoci dentro.

Vasco Rossi presenta la sua cover di Creep dei Radiohead. Aspetto con ansia che metta mano ai Pink Floyd.

domenica 27 settembre 2009

Noioso e bugiardo

SilvioQuest'uomo sta diventando noioso: spara la solita battutina su Obama, inquadra tutta la sinistra con chi inneggia a "meno sei", fa i soli riferimenti a Stalin-Mao-Pol Pot, proclama che il peggio della crisi economica sta alle spalle e poi, tanto per completare, propina la solita balla dicendo che il centrodestra è compatto e senza litigi. Peccato che all'inaugurazione della festa nazionale del Popolo delle Libertà siano volati banchetti e insulti tipo "Sei un provocatore, sei un antifascista!". Antifascista!? Per i fascisti dev'essere un'offesa grave.

Dieci motivi per attaccare l'Iran

Iran

Dieci motivi che potrebbero indurre gli Stati Uniti d'America ad attaccare l'Iran:

1 - L’Iran importa beni per più di 45 miliardi di dollari, un terzo dei quali proviene dall'UE, poi c'è la Cina per circa 3,5 miliardi di dollari, la Corea del Sud per circa 3 miliardi di dollari, la Russia per circa tre miliardi di dollari, il Giappone per circa due. Le importazioni dagli USA sono limitate a 683 milioni di dollari (583 solo di cereali, dati 2008), ben poche se si pensa che l'Italia importa dagli USA beni per 15 miliardi e 460 milioni di dollari. [1][3]

2 - L’Iran eroga sul mercato mondiale del petrolio circa 2,5 milioni di barili al giorno, l’8,5% del totale delle esportazioni petrolifere mondiali, su un totale di 4 che sono prodotti, cosa per cui è considerato il quarto produttore di petrolio al mondo. [1]

3 - L’Iran eroga 80 miliardi di metri cubi di gas all’anno sul mercato mondiale, il 3% del totale delle esportazioni mondiali di gas, ed è considerato il sesto Paese fonte di gas al mondo. [1]

4 - L’Iran si trova nel Golfo Persico e può chiudere lo stretto di Hormuz dove passano il 25% delle esportazioni mondiali di petrolio. [1]

5 - L'Iran utilizza l’euro, invece del dollaro Usa, per le sue operazioni economiche: prezzo e vendita del petrolio, commercio estero e bilancio generale dello Stato. [1]

6 - L'Iran, in quanto a tecnologia per armamenti standard, non è sicuramente in grado di competere con l'Occidente e nemmeno con la Russia, però è al livello della media produzione cinese. In pratica oggi non sarebbe in grado di sostenere una guerra con USA e Israele. [2]

7 - L'Iran non possiede armi nucleari, ma tutto fa pensare che le voglia costruire. Il fatto di passare da una guerra standard a una guerra fredda lo favorirebbe rendendolo di fatto competitivo nei rapporti di forze con i paesi a lui ostili.

8 - L'Iran è circondato da paesi che hanno basi militari statunitensi.

9 - L'Iran è comandato dagli Ajatolla che fanno rispettare la legge islamica alla lettera, tale legge vieta investimenti stranieri nei loro territori.

10 - Le ultime repressioni delle proteste interne contro il governo iraniano, i proclami di Ahmadinejad contro l'asse Israele-USA e la limitata libertà d'espressione, potrebbero rappresentare un (falso) pretesto aggiuntivo per un intervento militare.

[1] osservatorioiraq.it
[2] peacereporter.net
[3] export.gov

sabato 26 settembre 2009

Libertà d'informazione in Rete

Diritto alla reteDopo l’emendamento D’Alia sui filtraggi governativi dei contenuti, il DDL Carlucci contro ogni forma di anonimato, il DDL Lussana finalizzato ad accorciare la memoria della Rete, il DDL Alfano attraverso il quale si vorrebbero applicare all’intera blogosfera le disposizioni in tema di obbligo di rettifica nate per la sola carta stampata, è arrivato il DDL Pecorella – Costa che si prefigge l’obiettivo di trasformare l’intera Rete in un immenso quotidiano e trattare tutti i suoi utenti di conseguenza. Per questo e per tutta una serie di attacchi alla libertà d'informazione su internet, questo blog aderisce all'iniziativa promossa da "Diritto alla rete" e vi invita a firmare QUI.
Per chi volesse avere più informazioni a riguardo può dare un'occhiata qui e qui.

venerdì 25 settembre 2009

Attacco di Scajola contro AnnoZero

Furioso attacco di Scajola contro AnnoZero: "E' ora di finirla. Quella di ieri è l'ennesima puntata di una campagna mediatica basata sui pruriti, sulla spazzatura, sulla vergogna, sull'infamia, sulle porcherie". E aggiunge: "Convocherò i vertici della Rai per verificare se trasmissioni come Annozero rispettino l'impegno, assunto dalla Rai nel contratto di servizio, a garantire un'informazione completa e imparziale"
Non si era mai visto un Governo che dichiara guerra ad una trasmissione televisiva, stiamo raggiungendo l'assurdo. Questa si chiama censura, anche se l'atto del Ministro non riporterà il successo da lui sperato. Viviamo in uno stato continuo di intimidazioni dall'alto, tra un po' sarà vietato pronunciare o scrivere qualsiasi cosa contro lo Stato.
Orwell ha sbagliato paese quando ha scritto 1984.

Il nostro amatissimo Premier

Licio GelliQuando l'ho letta ho pensato subito a voi, cari lettori. Non potevo non rendervi partecipe di una tale profonda riflessione che a noi, poveri stolti e ignoranti, fa capire quanto sia grande il nostro amatissimo Premier:

«In Abruzzo Silvio Berlusconi ha dimostrato una sensibilità diversa da quella di tutti i suoi predecessori recandosi personalmente innumerevoli volte sui luoghi della tragedia, e non credo al solo fine di vedere le macerie, ma evidentemente per verificare lo stato di avanzamento dei lavori di ricostruzione». Valerio Cianciulli, Presidente del comitato Silvio per il Nobel.



Ai colleghi di Cianciulli, qualora passassero da queste parti, consiglio una piacevole lettura:
Le ultime balle del governo

AnnoZero, buona la prima

AnnoZero ha avuto un ascolto pari a 5.592.000 telespettatori, con uno share del 22,87%. È stato battuto solo da Don Matteo 7 che è stato visto da una media di 6.169.000 telespettatori, mentre la tv di Silvio ha raccattato 3.268.000 telespettatori con Ale & Franz.
La trasmissione ha trattato cose già viste e riviste in rete, però vorrei sottolineare il mea culpa di Franceschini sulla questione del conflitto d'interessi e l'esilarante intervista a Facci che critica Feltri.
Buona la prima.

Video: Giorgio Bocca e Filippo Facci sulla Libertà di stampa

giovedì 24 settembre 2009

AnnoZero

Alle 21 accendete quel cazzo di televisore e mettete su Rai2, non abbiamo altro modo per trasmettere la nostra rabbia verso chi vuole tarpare le ali della libertà d'informazione. AnnoZero è ormai diventato un simbolo, non sarà il migliore che abbiamo ma neanche l'attuale stato della democrazia ha più lo smalto di una volta. E anche allora non era un granchè. Dobbiamo massacrarli a colpi di auditel perché l'unico linguaggio che riescono a comprendere è quello del mercato.
In questi giorni ho fatto qualche ricerca con Google sulla questione dello scudo fiscale e ne sono rimasto abbastanza colpito. Uno dei termini più ricorrenti nei siti specializzati è "scudare". L'unica preoccupazione delle persone che ne discutevano era se scudare o meno in base alla convenienza dell'operazione. Questi, fregandosene altamente del reato, pensano solo a fare i soldi in barba a chi lavora come uno schiavo nelle fabbriche e paga le tasse. Questa è l'Italia di oggi.
Dunque accendete quel cazzo di televisore.

Cor(ro)sivo 38

di pugioba

Dopo la radiazione della Fia Briatore in politica. Per lui pronto un nuovo incarico: Ministero del Congiuntivo Acrobatico con delega alla Viabilità Stradale.

Terrorismo: partiti dagli States gli autori degli ultimi attentati kamikaze. Ora si racconteranno in un libro. Una vera bomba editoriale.

Sul web la proposta del Nobel per la pace a Berlusconi, con tanto di inno propiziatorio.
Niente, la battuta è questa.

Sul web la proposta del Nobel per la pace a Berlusconi. il Governo dichiarerà guerra a una nazione qualsiasi e poi cinque minuti dopo ritirerà la decisione grazie a un colpo di mano del premier.

Sul web la proposta del Nobel per la pace a Berlusconi. Come no! E magari un Emmy per Apicella.

Il Fatto ha ragione

il fattoIeri è uscito il primo numero de "Il Fatto", diretto da Antonio Padellaro, con un titolone grande così: "Indagato Letta". Poi, alle 18, la replica di Palazzo Chigi: "procedimento archiviato". Naturalmente la risposta della direzione de "Il Fatto" non si è fatta attendere: "Palazzo Chigi dice il procedimento contro Letta è archiviato. La Procura generale della Cassazione dice che è a Lagonegro. Indovinate: chi mente?" e ci fornisce anche le prove pubblicando nel suo sito la richiesta di trasmissione degli atti alla Procura di Lagonegro.
Più o meno le cose sono andate così: Palazzo Chigi dice che il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Roma ha definitivamente archiviato il procedimento, mentre "Il Fatto" ritiene che quel provvedimento non può essere considerato conclusivo perché la Cassazione ha stabilito che Longarone lo debba riesaminare. Fine della storia.
Naturalmente "Il Giornale" prende per buono i comunicati stampa del Palazzo e monta la solita finta smerdata alla Feltri. Una ragione in più per credere alla redazione di Padellaro.

mercoledì 23 settembre 2009

Il consulente di Brunetta

Craxi e BerlusconiFrattini, Boni­ver, Bonaiuti, Cicchitto, Tremonti, Sacconi, Brunetta. Cos'hanno in comune? Semplice, provengono tutti dal vecchio partito socialista e ora stanno operando con il governo Berlusconi. Sacconi e Brunetta, in particolare, sono stati definiti "i miei figli" da De Michelis. Questo gran signore, De Michelis intendo, quando aveva affermato che "Ci sono cose che non possono e non devono avere delle risposte", non si riferiva ad un'eventuale debolezza di un ministro ma ai segreti del caso Ustica. Questo gran signore, come avevamo già scritto, ha patteggiato due condanne, rispettivamente 1 anno e 6 mesi per corruzione e 6 mesi per finanziamento illecito, per le tangenti sugli appalti delle autostrade del Veneto e per la sua parte della maxitangente Enimont. Ora, sempre questo gran signore, farà il consulente di Brunetta.
I figli si ricordano sempre dei loro padri, come Berlusconi si è ricordato di chi gli ha fatto i favori per le sue televisioni.

martedì 22 settembre 2009

Moratti Travaglio Zelaya d'un fiato

"Oil" ha vinto l’Ecologico International Film festival nonostante le censure subite dalla famiglia Moratti come quella che la Rai sta attuando ai danni di AnnoZero nel tentativo di eliminare lo scomodo Travaglio dalla prima serata perché sei milioni di persone sono troppe per permettergli di parlar male del premier accusato da più parti di attuare un golpe mediatico che non si avvicina nemmeno a quello di stampo onduregno anche se un giorno vedremo Santoro parlare dall'ambasciata brasiliana come Zelaya.
Ok, respirate.

Le ultime balle del governo

PinocchioUn piccolo riassunto delle ultime balle del Presidente del Consiglio e del Ministro degli interni:

Silvio Berlusconi: "Abbiamo fatto molte misure anti crisi, ne cito una per tutte, 34 miliardi di euro per gli ammortizzatori sociali"
Falso: sono 15,2 miliardi.[1]

Silvio Berlusconi: "Con me è cambiato tutto, ho detto primo con chi mi sarei alleato, secondo qual era il programma di governo che ci si impegnava a realizzare, il programma che ho sempre portato a termine,[...]".
Falso: due aliquote per l'abbattimento della pressione fiscale non sono state introdotte, l'obiettivo del dimezzamento del tasso di disoccupazione non è stato raggiunto, l'innalzamento delle pensioni minime ad almeno 1 milione al mese non è stato esteso a 4,4 milioni di persone e dal 2001 al 2005 i reati sono aumentati del 26,2%.[1]

Silvio Berlusconi: "L’industria italiana sta rispondendo meglio di qualsiasi altro paese".
Falso: l’Italia si trova al settimo posto nella crescita della produzione industriale.[1]

Roberto Maroni sostiene che la spesa per la sicurezza è aumentata e sottolinea che "per il dipartimento della pubblica sicurezza si è passati da 7,14 miliardi di euro del 2008 a 7,79 miliardi di euro per il 2009 con un aumento del 9,1%"
Falso: i sindacati di polizia hanno dichiarato che quei soldi sono serviti a pagare i debiti pregressi e che per il 2009 è previsto un miliardo di euro di tagli alla sicurezza. [2]

[1] lavoce.info
[2] Presa diretta

lunedì 21 settembre 2009

Il piccolo golpe

L'altro giorno sbraitava su "elite di sinistra" - quelle delle rendite editoriali, finanziarie, burocratiche, cinematografiche e culturali - e oggi ne aggiunge una nuova: i comunisti traumatizzati dal crollo del muro di Berlino che si sono messi a fare i banchieri. Tutte queste elite, secondo il ministro, vogliono far cadere il Governo Berlusconi con un golpe.
Vedete, certi politici hanno troppa esperienza per pensare che sparino le parole a caso e Brunetta è uno di questi. La frase "vogliono far cadere il Governo Berlusconi con un golpe" è chiaramente usata per incutere paura negli elettori di centro-destra e, forse, per dare il "la" ai prossimi proclami del premier che è sempre stato un maestro in questo genere di affermazioni.
I pidiellini dubbiosi, distratti da queste esternazioni, presteranno sempre meno attenzione ai contrasti interni alla coalizione. Contrasti non da poco: voto agli immigrati, missione in Afghanistan, secessione della Padania, etc.
La scuola socialista di De Michelis, che di socialismo ha avuto ben poco, è sempre presente nelle parole del ministro. Ah, il caro De Michelis: ha patteggiato due condanne, rispettivamente 1 anno e 6 mesi per corruzione e 6 mesi per finanziamento illecito, per le tangenti sugli appalti delle autostrade del Veneto e per la sua parte della maxitangente Enimont.
Così, tanto per ricordare da dove veniamo.

Cor(ro)sivo 37

di pugioba

Oms: influenza A, il virus non è ancora mutato. Denunciata la Baxter per aver fornito materiale non rispondente alle specifiche richieste.

Giornalismo moderno: Milano, treno vuoto deraglia in città; due carrozze finiscono in un cortile. Nessun ferito, purtroppo.

L’Italia saluta i soldati morti a Kabul. Io non ho fatto a tempo, stavo salutando l’operaio schiacciato dal trattore a Pescara, l’operaio pensionato di Milano, precipitato da un ponteggio, quello morto a Venezia, Padova, Verona. Chieti, Frosinone, Palermo, Sassari, Bologna, Napoli, Reggio Calabria, Biella, Pisa, Trieste, Torino, Siracusa, Cagliari, Perugia, La Spezia…

Afghanistan, oggi giornata di pace dell’Onu. I militari della coalizione rispetteranno il cessate il fuoco. Servirà a dare un minimo di speranza ai civili, per poi tornare ad ammazzarli domani.

Afghanistan, oggi giornata di pace dell’Onu. A conferma del fatto che tutti gli altri giorni sono di guerra.

Afghanistan, oggi giornata di pace dell’Onu, che ricorda che nella stessa giornata del 2008 si registrò una riduzione dell'80% della violenza. E se la si estendesse anche a domani?

domenica 20 settembre 2009

Venerdì Sant... anchè

Venerdì Santo ad Isernia (licens: by-nc; autore: luciomusacchio)

Quand'è che la Santanchè si deciderà ad andare ad Isernia per bloccare la processione del Venerdì Santo? Forse ha paura di beccarsi una sberla anche li.

Guida per seguirci

rss
RSS: (acronimo di RDF Site Summary ed anche di Really Simple Syndication) Vi permette di leggere i post tramite un aggregatore di feed. Questo video vi spiega come fare:





Newsletter
Feed-mail: Vi basterà scrivere l'indirizzo e-mail nella finestra e riceverete gli aggiornamenti del blog ogni mattina via e-mail. Quando non vi piacerà più potrete tranquillamente dismettere l'abbonamento cliccando sull'apposito link presente in ogni e-mail che riceverete.


facebook
Facebook: diventerete amici del blog e riceverete i link ai post come quelli che vi mandano i vostri amici.


Twitter
Twitter: Seguirete il blog tramite il famoso social network


friendfeed
FriendFeed: è un servizio web che consente l'aggregazione in tempo reale degli aggiornamenti provenienti da reti sociali, blog, tumblelog, etc.


gmail
Gmail: Se qualcuno volesse mandarmi una e-mail ...

I santi di Repubblica


Usare i figli dei caduti, come ha fatto Repubblica, per santificare l'eroismo o per esaltare la crudeltà della guerra, è una delle cose più spregevoli che si possa fare.

sabato 19 settembre 2009

A Ballarò: siamo in guerra

Ogni tanto anche a Ballarò si possono sentire cose interessanti. Un esperto in studio ne ha spiattellato un paio che dovrebbero indurre a qualche riflessione sulla necessità di seguire gli USA in ogni loro sfuriata bellica.
Comunque anche lui ci ha ricordato che siamo in guerra.

Video: Ballarò - Afghanistan - 17/09/09

venerdì 18 settembre 2009

Per la Cei cade

cadeSu Repubblica c'è una dichiarazione della Cei:
"In arrivo nuovi assetti politici, i cattolici diano il loro contributo".
La questione non è da poco, i vescovi stanno affilando le loro armi perché c'è puzza di sconvolgimenti al governo. Che sia veramente la volta buona?

Cor(ro)sivo 36

di pugioba

Afghanistan: Autobomba amica uccide 6 operatori di pace italiani.

Fisco, Rocco Siffredi nel mirino: "Ha un tesoro nascosto in Ungheria". Adesso lo chiamano Ungheria.

Francia: il cane Mambo dato alle fiamme per noia. La difesa degli accusati: "Autocombustione".

Napolitano a Tokio: "Obiettivi comuni". Mandare le firts ladyes su Venere?

giovedì 17 settembre 2009

Manifestazione bugiarda

Rinviata la manifestazione per la libertà di stampa prevista per il 19 settembre. La motivazione è la più stupida che potessi leggere: per la morte dei militari italiani a Kabul.
Nonostante sia proprio lo stato dell'informazione in questo paese a favorire i bugiardi che ribadiscono continuamente che il nostro paese non è in guerra, la Federazione Nazionale della Stampa Italiana ritiene che non sia il caso di scendere in piazza e lo fa con le seguenti parole:
"[...] Sono morti dell’Italia che paga oggi un pesante tributo nella frontiera della sicurezza internazionale e della lotta al terrorismo.[...]".
I dubbi che avevo su questa giornata di protesta sono completamente svaniti. La FNSI è in completa sintonia con il governo di turno, perciò vi invito a boicottare la manifestazione di Roma che si terrà ad ottobre. Non si rispettano quelle vittime stando in silenzio, perché è il mutismo dei giornalisti ad aver portato i nostri soldati in guerra.

Questo è il post nel blog della FNSI.

In guerra

Mettiamola così: gli italiani scoprono di essere in guerra solo quando muoiono i nostri soldati mentre gli afghani lo scoprono più spesso. Dall’invasione dell’Afghanistan a oggi, secondo le stime più attendibili, le vittime civili delle azioni militari straniere sono state oltre 7.500.

Video: La Folgore in azione in Afghanistan

mercoledì 16 settembre 2009

Pruriti democratici

di pugioba

smsIeri sera mi accingevo a guardare, su una quanto mai ironica Rai Tre, gli ultimi giorni del dittatore per antonomasia, quando ricevo lo stesso sms da parte di un paio di persone. Mi invitavano a non guardare Porta-Porta su Rai Uno, in nome di una non meglio precisata libertà e pluralità di stampa. Naturalmente l'accorato appello si chiudeva con l'invito a far girare il messaggio. Commovente. Dopo l'essemmesse la tentazione di guardare lo spot elettorale è stata forte, sedata solo dal fatto che il film su Hitler ha catturato la mia attenzione. Una visione del Fuhrer molto intima, con l'insolita prospettiva di un leader ormai provato, stanco e malato. Capace di gesti "umani", cosa insolita da vedere, visto che siamo sempre stati abituati e sentirlo urlare guerra e morte da un teutonico scranno.
Non è però di questo che volevo parlare, ma del messaggio con gentile consiglio ricevuto. Solita sindrome da facebook. Prima lo votano, lo difendono, lo rafforzano. Poi un giorno qualunque, uno dei tanti di questa misera Italia, parte la campagna "laviamoci la coscienza", ed ecco che, visto che non costa nulla, molti berluschini della prima e della seconda ora vi aderiscono con fervore, salvo non capire cosa cazzo vuol dire quel messaggio e sopratutto che non guardare la trasmissione non ha alcun senso. Anzi! Chi l'ha mandato, chi ha acceso la candela (ecco, suggeriva anche questo), avrebbe fatto bene a sintonizzarsi sul salotto buono di Vespa. A seguirlo con attenzione e poi, per il tanto sbandierato pluralismo, andare a verificare i dati snocciolati ieri sera dal Primo Ministro Senza Contraddittorio. Non credo che l'abbiano fatto. E' bastato sentirsi importanti per cinque minuti, sentirsi paladini della Democrazia. Poi tutto come prima.
Sono convinto che se a breve si dovesse andare ad elezioni anticipate, molti di questi opereranno lo stesso tipo di scelte. Quindi vi chiedo solo una cosa: la prossima volta che avrete un prurito democratico da grattarvi, cancellatemi dalla rubrica.

Neoschiavismo

I questo paese gli extracomunitari non sono graditi, se clandestini ancora peggio. Non frega niente a nessuno se nei loro paesi d'origine la gente muore di fame o viene fucilata perché ha idee politiche avverse al potente di turno. Ma se sono neocomunitari e in regola con i documenti? Per loro abbiamo attrezzato campi clandestini, tendopoli fatiscenti e lavori da schiavi.
È di ieri la notizia che riguarda uno spregevole italiano che ha messo ha disposizione dei suoi 100 raccoglitori di pomodori, tutti neocomunitari e in regola, una tendopoli con una buca per i bisogni e una fontanella per lavarsi. Il tutto per una modica cifra di 15 euro alla settimana; e si, dovevano anche pagare l'affitto.
Al nostro neoschiavista è stata contestata soltanto la violazione delle leggi igienico-sanitarie, l'attività abusiva di affitta camere e la realizzazione di strutture abusive. Niente che riguardasse il maltrattamento delle persone, d'altronde il suo comportamento è in linea con l'attività del Governo verso i poveracci che rischiano la vita nel Mediterraneo e quindi ...


Segnalato da Simone.

Scenari

di pugioba

scacchiFacciamo una prova: immaginiamo gli scenari prossimi venturi per la politica italiana.
Fini, smarcatosi già da tempo dall'asse Berlusconi-Lega, esce dal PDL, spinto via dall'organo manganellante di stampa del Primo Ministro. Dove andrà a collocarsi? Pochi mesi fa ha sciolto la sua AN nel PDL, quindi deve decidere che fare. Potrebbe far risorgere dalle ceneri la sua stessa creatura, contare i superstiti, cioè quelli che sapranno staccarsi dal timone del potere, e ripartire per una nuova campagna di alleanze, magari con Casini. Plausibile, ma quanti lo seguiranno? Si vocifera di 40 parlamentari pronti a giurargli nuova fedeltà. In ogni caso, una volta fuori, visti i suoi ultimi exploit da leader di sinistra più che da ex-fascista, potrebbe non avere più le simpatie dei suoi vecchi elettori. Insomma, comunque vada perderà forza. Magari non carisma, ma potere politico si.
Casini, dopo mesi di silenzio, torna in auge sospinto proprio dalla Chiesa, che pareva avergli voltato le spalle per favorire Berlusconi. Quest'ultimo pareva essere, almeno ad inizio legislatura, un buon alleato per dar forma a tutte quelle riforme in campo genetico-familiare che da sempre sono il chiodo fisso del Vaticano. Il cane da guardia del premier, appena cambiato giornale, ha deciso di manganellare anche da questa parte, rendendo necessario un veloce cambio di rotta di tutto il consiglio ecclesiastico, che riaffida così il vessillo cattolico a chi lo porta da sempre nella spilla della giacca.
Casini, a differenza di Fini, ha un partito vivo e vegeto, ha il merito di essersi smarcato da Berlusconi e di aver resistito alla tentazione della poltrona, forse subodorando la deriva mediatico-sessual-dittatoriale del ducetto. La presunta coerenza con i valori del suo partito, oltre alla spinta vaticana, dovrebbero garantirgli ampio consenso in caso di elezioni anticipate. In ogni caso, a distanza di tempo, si rivela il più astuto dei leader politici italiani. Vedremo se e come saprà gestire le prossime mosse dei rivali.
Franceschini-Marino-Bersani-D'Alema-Veltroni. Caso complicato. A breve ci saranno le primarie per eleggere il segretario. Non vedo eccessive differenze tra Franceschini e Bersani. Marino è un'emanazione di D'Alema. Il punto è: riuscirà il Pd ad andare oltre le dichiarazioni di stima e affetto del dopo elezione a collaborare attivamente con il vincitore? La risposta è no. Il Pd affonda le radici in un sistema politico antico, che non riesce a darsi una direzione, un'idea, uno scopo. Sembra tenersi a galla solo per tenere a galla i suoi dirigenti. Esiste solo perché è palese che molti milioni di italiani non si riconoscono e mai si riconosceranno con l'attuale governo. Quindi? Quindi niente. Continueranno a perdere voti in favore del già citato Casini, sopratutto se, come credo, Rutelli lascerà il Pd per convergere verso l'Udc. A quel punto sarà quasi pronta la Prima Repubblica-ter. Un ritorno della Balena Bianca. Rubava poco, diciamo il giusto, amministrava benino, diciamo poco meno del giusto; in ogni caso tenne in rotta un'Italia che era enormemente superiore all'Italia di oggi, sotto tutti i punti di vista.
Di Pietro? Con il dovuto rispetto, lo vedo come il Berlinguer di allora. L'anticorpo del sistema, che purtroppo non riesce a convincere un numero sufficiente di italiani. Molti a sinistra pensano che possa essere lui la soluzione, il cavallo vincente, ma sono troppo affezionati alla vecchia idea di politica per riuscire a sbloccarsi e a dargli fiducia. E se facesse una bella alleanza con Franceschini o Bersani? Risposta semplice: se non sono riusciti a farla finora, significa che non c'è convergenza di vedute. Molto facile arrivare al litigio (chiedete a Prodi cosa vuol dire allearsi senza idee condivise).
Rimane il fulcro di tutto. Siamo al tramonto dell'epoca berlusconiana. IL vecchio satiro potrà tirare avanti ancora un po' con un paio di espedienti. Occorrerà stare ancora più attenti, perché con la vecchiaia ha cristallizzato ancor più le sue caratteristiche. Sordo al dialogo, immune alla critica, vendicativo. Insomma pericoloso. I colpi di coda li sta già assestando, vedasi Vaticano e Fini. Non ha ancora finito, ma è avviato da almeno un anno sul viale del tramonto. L'ultima ipotesi potrebbe essere che, mentre cade, trascini tutto e tutti con se. Se anche ci fosse un dossier segreto sui principali protagonisti politici italiani, e lui lo utilizzasse per vendicarsi, farebbe un immenso favore alla sua patria, e, paradossalmente, sarà ricordato per sempre come colui che rilanciò le sorti di una nazione morente, una repubblica povera, xenofoba, ignorante e cattiva. Troppo bello per essere vero. Credo invece che finirà in maniera miserabile, come le persone di cui si circonda. Gente che probabilmente, tolti forse i fedelissimi, non esiterà un attimo ad abbandonare la nave sulla quale lui ancora canta e intrattiene gli ospiti, per gettarsi nel nuovo mare politico che si sta aprendo.
Insomma, passato questo ventennio berlusconiano, vedo un futuro democristiano. E tiro un sospiro di sollievo. Saranno i nostri peggiori nemici, ma il terreno di scontro avrà nuovamente regole comuni. Amen.

martedì 15 settembre 2009

Cor(ro)sivo 35

di pugioba

Berlusconi a tutto campo da Vespa a reti quasi unificate. In studio il plastico di una prostata funzionante. E uno del culo degli abruzzesi.

Fumo: quello passivo causa malattie al fegato. Quello attivo causa i tumori. Insomma, non si riesce a trovare una soluzione...

Elton John: Ucraina nega adozione. Mi chiedo chi sia l'ucraino che voleva prenderlo con se.

Cicchitto: "Solidarietà a Fini ma anche a Berlusconi". Veltroni: "Lo dovevo dire io!".

Renault pronta a cacciare Briatore dopo le dichiarazioni di Piquet jr. Cazzo no! Tenetevelo voi, altrimenti starà tutto l'anno in Sardegna e come minimo entrerà pure in politica (e noi lo voteremo...)!

Gli ultimi giorni

Al posto di Ballarò quei birichini di Rai3 manderanno in onda "La caduta - Gli ultimi giorni di Hitler". Oltre ad essere un gran bel film, l'allusione al protagonista di "Porta a porta" è parecchio evidente. Lo diventa ancor di più se si guarda il video tratto dal film e sottotitolato in maniera molto simpatica.

Video: La caduta di berlusconi


Segnalato da Sim-1

Bloccata anche Matrix

Silenzio, parla il padrone. "Matrix", la nota trasmissione di Mediaset, non andrà in onda per ragioni "tecniche". Le possono chiamare in mille modi diversi, ma appare evidente che oggi andrà in onda il padrone da vespa e lo spettacolo della politica dev'essere tutto per lui.

lunedì 14 settembre 2009

Scosse premonitrici

Ieri a "Presa diretta" si è parlato di scosse "premonitrici" e non è stato un qualsivoglia Giuliani a citarle (i fantomatici luminari lo vedono così) ma Antonio Moretti, geologo dell'università dell'Aquila. Il professore dice testualmente che "c'era un altissimo rischio di terremoto" e che il suo intervento nella commissione grandi rischi, prima del terremoto, è stato rifiutato.
Stando a questo, siamo d'avanti ad uno scandalo pauroso che dovrebbe far cadere i vertici della protezione civile prima e del governo poi. Hanno zittito gli allarmi per una questione di ordine pubblico causando la morte di molte persone, è un fatto gravissimo!
Ma siamo in Italia, un paese dove si blocca una trasmissione come Ballarò per dare più audience allo spot della ricostruzione post terremoto condotto da Vespa.
Il regime mediatico continua.

Aggiornamento (h 15:18 - 14 set 2009)
"Le casette che andranno ad inaugurare ad Onna non c'entrano niente con il Governo.
Le ha finanziate la Croce Rossa Italiana e le ha progettate e costruite la Provincia Autonoma di Trento."

Fonte: lorenzoc.net - segnalato da Laqualunque

Video:Antonio Moretti e le scosse "Premonitrici"

domenica 13 settembre 2009

Forse cade


Gira voce che Fini potrebbe lasciare la maggioranza portando con se quaranta deputati. Gira voce, questa è forse più eccitante, che potrebbe farlo tra poco più di un mese!
Tirando giù due conti si scopre che l'attuale maggioranza si sgretolerebbe come un grissino e si avvierebbe una crisi di governo portandoci ad elezioni anticipate o ad un rimpasto. Il risultato potrebbe non essere dei migliori, un grande centro non è per niente bello, ma c'è la possibilità di non vedere il ghigno di soddisfazione dei vari: Berlusconi, Brunetta, Tremonti, Scajola, Bossi, Maroni, Sacconi, Frattini, Carfagna, Calderoli, Bonaiuti, Giovanardi, Brambilla, Gelmini, Bondi, etc.
È per questo che da oggi ho deciso di scrivere almeno un post al giorno, foss'anche una stupidata, contro il governo Berlusconi. Servirà a poco, ma voglio che le poche persone che entrano nel blog si trovino d'avanti almeno una porcheria che ha fatto il centro-destra.
Se avete proposte o reclami fatemi sapere.

sabato 12 settembre 2009

Berlusconi e le stragi

Lirio Abbate, giornalista Ansa esperto in mafia, ci spiega che Berlusconi potrebbe essere preoccupato per un'eventuale riapertura delle inchieste sulle stragi del '92 '93 '94. La causa scatenante si chiama Gaspare Spatuzza, un pentito di mafia che, si dice, stia aprendo nuovi filoni d'indagine che mettono in relazione gli stragisti corleonesi con imprenditori del nord.

Video:Lirio Abbate, Berlusconi e le stragi

Palermo risponde a Silvio

Marcello Dell'UtriIn merito alle dichiarazioni di Berlusconi di un paio di giorni fa - "So che ci sono fermenti in Procura a Palermo e a Milano. Si ricominciano a guardare fatti del '92 e del '93. Follia pura. Mi fa male che queste persone, con i soldi di tutti, facciano, cose cospirando contro di noi che lavoriamo per il bene del paese" -, parla per la prima volta il Procuratore capo di Palermo Francesco Messineo:
"Mi hanno onestamente sorpreso le dichiarazione di Berlusconi su noi e sulla Procura di Milano, perché noi non abbiamo indagini sulle stragi del '92 e del '93".
Dunque è sempre la stessa storia, il premier cerca di screditare la magistratura ad ogni occasione.
Poi dicono che siamo prevenuti quando pensiamo che lo faccia perché Palermo processa Dell'Utri.

venerdì 11 settembre 2009

Tsunami

Tutti hanno un loro 11 settembre: il Cile ha il colpo di stato dell'11/9/73, l'Ucraina ha Černobyl nel 26 aprile del 1986, l'India ha il 3 dicembre 1984 di Bhopal(dove quaranta tonnellate di gas letali fuoriuscirono dalla fabbrica di pesticidi della Union Carbide causando 8000 morti nell'immediato e 12000 in seguito), i paesi sub sahariani ne hanno una caterva, etc.
Molti morti in poco tempo, ma sono niente paragonati ai disastri naturali come lo Tsunami del 2005 che causò 280000 morti. I disastri naturali non sono una disgrazia voluta dal vostro Signore, è sempre l'uomo che vive dove non deve e modifica l'ecosistema.

Video: WWF - DDB Brasil

Cor(ro)sivo 34

di pugioba

Grandi e potentissimi fari azzurri puntati al cielo: l’America ricorda l’11 Settembre. Ma abbaglia l’Iraq, l’Afghanistan e la Palestina.

Decisione del sindaco leghista, via la targa per Impastato dalla biblioteca di Ponteranica, nel bergamasco. Sono d’accordo, tenendola li si sarebbe infangato il buon nome di Peppino.

Santoro: “Stanno cercando di mettere il bavagl..mm..mmmm..mmmhh..”

GB, processo ai dolcificanti. Che si avvalgono della facoltà di non rispondere.

giovedì 10 settembre 2009

PRRRRRRR!

Silvio: "Sono il miglior presidente del Consiglio in 150 anni di Storia"


PRRRRRRRRRRRRRRRRRRR!!!!!




Ispirato da:

Video: I due marescialli

Ingroia questa

travaglioAlla redazione de "Il Fatto", quotidiano diretto da Antonio Padellaro e Marco Travaglio, si è dato vita ad un forum che ha visto la partecipazione di varie personalità "ostili" al premier e dei giudici Antonio Ingroia e Roberto Scarpinato. Apriti cielo. Il Giornale ha fatto un articolo gridando allo scandalo e Luca Sofri gli ha dato ragione:
Se come sostiene il Giornale due giudici sono andati alla riunione del Fatto (ci si abituerá, poi, a scriverlo senza che scappi da ridere?), con i tempi che corrono rispetto alla limpidezza di rapporti tra giornali e procure, hanno davvero fatto un bel favore ai berlusconiani, oltre che una fesseria, figlia ancora della fesseria irresponsabile per cui “i giudici sono cittadini come gli altri”.
È vero, i giudici non dovrebbero partecipare a certe riunioni per mantenere quello status di super partes... in un paese normale però.
In un paese normale dovrebbero pensarci i giornalisti a sputtanare in piazza le magagne del governo in carica, a far dimettere i ministri per un'eventuale inciucio e a spulciare qualche commissario straordinario; ma qui molti latitano.
Se poi in quel forum i giudici sono stati invitati perché "informati dei fatti" non vedo per quale motivo non gli si debba porre qualche domanda, o noi comuni mortali non abbiamo il diritto di conoscere il pensiero di un magistrato?
In quanto al "favore ai berlusconiani"... basta, i favori al premier glieli ha fatti l'attuale Pd e ancora glieli sta facendo. Il buon Tonino, con tutti i suoi difetti, è sempre stato l'unico ad opporsi a Silvio senza se e senza ma.
Mi tocca anche difendere Tonino... mannaggia li pescetti :)

mercoledì 9 settembre 2009

Co(ro)sivo 33

di pugioba

Coltivava piante di marijuana alte 2 metri: "Così mi curo il diabete". "Ma lei non ha il diabete!". "Appunto...".

Muore a 85 anni Mike Bongiorno. Il suo medico personale sostiene che biologicamente avesse 15 anni in meno. In pratica è morto dal 1994 e non lo sapeva.

Giappone: e' stato raggiunto l'accordo per dare vita a una coalizione a tre, che permetterà al Partito Democratico del primo ministro eletto Yukio Hatoyama, trionfatore alle parlamentari del 30 agosto scorso, di dare vita al nuovo governo con il Partito Socialdemocratico e il piccolo Pnp. Il nuovo esecutivo inizierà i lavori non appena la moglie del premier rientrerà dal suo viaggio diplomatico su Venere.

Tarantini: "1000 euro per chi restava". Una cifra talmente bassa che il signore inglese che ha pagato 500.000 sterline per stare con una escort ha dato del barbone all'utilizzatore finale.

Condizione femminile. Napolitano: "In Italia ancora fatti raccapriccianti". Il Premier: "Si riferisce a Tarantini"

Una brasiliana per Silvio

Ieri il premier ha acceso i riflettori su Bari: "Tangentopoli un evento del passato? Vedremo, perché a Bari si è aperta un'inchiesta interessante". Oggi il Corriere c'è andato veramente a Bari, solo che ha sbagliato inchiesta e ha pubblicato stralci dei verbali dell'affare Tarantini-prostitute-Grazioli-Silvio.
Così si scopre che Silvio ha paccato Napolitano perché era impegnato con una brasiliana, peraltro molto più carina di Giorgio :)

PS: Piovono rane, da cui ho appreso questo stralcio di ordinaria italietta, oggi è primo su BlogBabel. Ora Grillo che farà? Prenderà la tessera del Pdl?

martedì 8 settembre 2009

Cor(ro)sivo 32

di pugioba

Muore a 85 anni Mike Bongiorno. Con lui se ne va Mike Bongiorno.

Merkel porge le scuse per la strage di Kunduz. I familiari delle vittime orientati verso il pulircisi il culo.

Carfagna: "Presto creeremo un piano per migliorare e aiutare la conciliazione dei tempi di lavoro per le donne.". Ci si potranno inginocchiare più agevolmente.

Esce dal coma con Marco Carta. Il cantante sardo non riesce a spiegare cosa ci facesse li dentro.

John è peggio

Se c'è qualcuno che mi fa più paura della signora di Treviso quello è John. Chi è John? È il classico repubblicano statunitense che pensa di avercelo più lungo di tutti e odia i comunisti. Ecco cosa dice: «Mi sorprende che i repubblicani non si siano lamentati di come viene insegnata la matematica a scuola... Johnny ha 5 mele, Juan 0. Se Johnny dà 2 mele a Juan, quante gliene restano? Risposta: perché Johnny dovrebbe dare 2 mele a Juan? Suona socialista distribuire in giro le mele. E chi è Juan? È un clandestino? Non merita nessuna mela».
Il perché mi fa più paura è abbastanza banale: può votare per l'uomo più potente del mondo, invece la signora di Treviso vota per l'uomo forse più subdolo del mondo. C'è una differenza abissale.

I terremotati non sono nuvole

I terremotati non sono come le nuvole che spariscono dall'oggi al domani. Miss Kappa cerca di ricordarcelo con i suoi post e in quest'ultimo ci invita a diffondere alcuni frammenti di un documentario girato da Alberto Puliafito.

Video: YesWeCamp011

lunedì 7 settembre 2009

Gabanelli vs Barnard

Il dg della Rai Masi ha tolto l'assistenza legale ai giornalisti di Report nonostante non abbiano mai perso una causa. Decisione assai spregevole che puzza di affossamento governativo.
Però sarei curioso di chiedere alla Gabanelli come ci si sente nei panni di Barnard. Per chi non lo sapesse, Paolo Barnard è stato mollato dalla Rai e dalla stessa Gabanelli - così sostiene Barnard - nel bel mezzo di una causa legale scaturita dopo un suo servizio per Report.
"Carogna mangia carogna" titola oggi Barnard nel suo sito... sa tanto di dente avvelenato.

Cor(ro)sivo 31

di pugioba

Berlusconi: “Lesa informazione? Barzelletta catto-comunista. E se non ridete vi denuncio!”.

Pitone gigante nel water, interviene cacciatore di serpenti. E tira la catenella.

Michael Jackson sepolto 70 giorni dopo la morte. Se i calcoli dei fans sono giusti, dovrebbe resuscitare dopo 210.

“Salta con l’asta, non centra i sacchi e muore”. Potrebbe essere il titolo per la fine del governo Berlusconi.

domenica 6 settembre 2009

Burrasca per Montanari

Un po' di burrasca sul professor Montanari, quello delle nanoparticelle e del microscopio elettronico acquistato dagli utenti di Grillo. A quanto pare la Onlus Carlo Bortolani, proprietaria del microscopio, gliel'ha tolto per donarlo all'università di Urbino.
Motivazione: l’apparecchiatura veniva usata anche per scopi commerciali (analisi a pagamento) e la questione delle nanoparticelle trovate sui prodotti alimentari, che ha portato all'impegno di Grillo, non era del tutto limpida. Comunque Montanari avrà modo di difendersi nel suo sito.

A proposito di Grillo, Daniele Sensi s'è un po' scocciato perché il comico ha usato un suo video senza citarne la fonte. Però le pubblicità dei suoi dvd non se l'è dimenticate.

Non c'entra una mazza, è che scrivere un altro post solo per lui mi pare uno spreco, ma l'onorevolissimo Gasparri ha ritenuto opportuno darci un saggio della sua etica politica pronunciando le seguenti parole: "Non so cosa farà la Consulta ma in qualche modo troveremo la soluzione. Avendo un consenso forte supereremo un eventuale vizio negativo. Troveremo un avvocato, un Ghedini o un Ghedoni, che troverà un cavillo".
La nostra opinione nei suoi confronti non muta, aveva ragione Pugioba quando scrisse: "Maurizio Gasparri sconfessa gli studi di Darwin. Con un'affermazione qualsiasi."

sabato 5 settembre 2009

Tagli formativi

Nel 2001/02 gli studenti nelle scuole statali erano 7.607.977 e i docenti (a tempo indeterminato e determinato annuale) 758.577. L'anno scorso gli studenti erano 7.768.071 e i docenti 725.173. Dunque il numero degli studenti è aumentato mentre quello dei docenti è diminuito.
Con gli ulteriori tagli previsti dalla Gelmini, o chi per lei, l'offerta formativa si impoverirà ulteriormente portando il paese ad un deperimento culturale sempre più allarmante.
Le proteste di questi giorni dovrebbero coinvolgerci tutti perché in ballo non c'è solo il futuro dei nuovi disoccupati nella scuola ma ti tutta la nazione.

Fonte dati: pubblica.istruzione.it

venerdì 4 settembre 2009

Poi dicono Hamas

West Bank GazaSolo ieri, Israele ha protestato contro la decisione dei norvegesi di ritirare tutti gli investimenti nell'azienda israeliana Elbit perché questa ha partecipato alla costruzione del muro tra Israele e Palestina. Per rincarare la dose, il Ministro delle Finanze norvegese ha dichiarato che "noi non vogliamo finanziare compagnie che contribuiscono in modo così diretto alla violazione delle leggi internazionali sui diritti umani".
Oggi, tanto per confermare le parole del ministro, si viene a sapere che Il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu intende approvare la costruzione di centinaia di nuovi appartamenti in Cisgiordania prima di accettare la richiesta statunitense di un congelamento temporaneo delle costruzioni negli insediamenti.
Della serie: arraffo fin che posso... poi dicono Hamas.

Scoperti anticorpi contro l'AIDS

HIVAl momento pochi ne parlano, ma la ricerca di un vaccino contro l'HIV ha compiuto un importante passo in avanti con la scoperta di un potenziale tallone d'Achille del virus che causa l'AIDS. Sono stati identificati due potenti anticorpi che attaccano un punto vulnerabile comune a numerosi ceppi di HIV, migliorando le prospettive per una vaccino contro un virus che colpisce circa 33 milioni di persone e ne uccide oltre 2 milioni ogni anno. La speranza è che un vaccino che stimola la produzione di questi anticorpi possa rimanere efficace anche se il virus muta.

giovedì 3 settembre 2009

Cor(ro)sivo 30

di pugioba

decalogoFisichella, a partire da Monza, sostituirà Badoer sulla Ferrari. Appena quest'ultimo terminerà il Gp del Belgio.

Barroso sui portavoce "Ne sono molto fiero". Frattini insiste: "Non parlino...". Poi si interrompe e tace.

Berlusconi si dice estraneo agli attacchi di Feltri contro Boffo. Sarebbe come dire che...Berlusconi è estraneo agli attacchi di Feltri contro Boffo.

Berlusconi: "Mai detto di essere Superman, ne Napoleone. E alle dieci domande di Repubblica contrappongo le dieci affermazioni universali che diede mio padre qualche secolo fa."

Il Silvio antipatico

BerlusconiMettiamola così: se questo vince le prossime elezioni dopo essersi reso antipatico agli occhi della Chiesa, dell'UE, di Obama, della stampa estera e delle donne pensanti, possiamo tranquillamente asserire che la maggior parte del popolo italiano ha la mente totalmente lobotomizzata dalla tv.

Uribe come Chávez

Alvaro UribeIl parlamento colombiano ha approvato una legge che permetterà la rielezione di Álvaro Uribe previa consultazione referendaria, così come ha fatto Chávez per interdeci. Ho sempre ritenuto sbagliato permettere la rielezione di un premier per più mandati, forse sono rimasto scottato del sistema in uso nel nostro paese e dalla situazione conseguente.
Comunque non era questo il punto. Nel caso di Chávez tutti i giornali occidentali hanno riportato la notizia come un attacco alla democrazia, una dittatura imminente. In questo caso, invece, non ne parla nessuno. Probabilmente ha ragione Gennaro Carotenuto quando scrive:

"Perché nessuno parla (altrettanto a sproposito beninteso) per Álvaro Uribe di dittatura, di rielezione a vita e altre amenità come hanno fatto per Hugo Chávez?
Non sarà perché la Colombia, un paese nel quale si concentrano la maggioranza delle violazioni dei diritti umani, civili e sindacali dell’intera America latina, è oramai una sorta di nuovo “stato libero associato” agli Stati Uniti, una nuova Portorico gigantesca per la quale, come ha detto pochi giorni fa Noam Chomsky, “parlare di sovranità è una burla”?"

mercoledì 2 settembre 2009

Cor(ro)sivo 29

di pugioba

Cinema: Rambo interpreterà Stallone V.

Voli low cost, fallisce Sky Europe.A terra migliaia di passeggeri. Mentre gli aerei sono in volo.

Dopo le bombe carta in "gay street", i gay di destra annunciano: "Andremo sotto Palazzo Chigi". Così chi non è stato preso dalle bombe, potrà essere sputato in testa dai propri deputati.

Tripoli: "Si alla scia tricolore...AHHAHAHA!!!! Stavate per cascarci!! Stavate per farla solo verde!!! Che coglioni!"

Il prezzo di vendita di Skype da parte di Ebay è talmente alto che Moratti sta pensando di comprarla e di metterla in panchina.

martedì 1 settembre 2009

Byoblu e il boccaglio

Un post di byoblu.com è stato sequestrato a causa di un commento. Compratevi un boccaglio perché tra un po' ci servirà... altro che collo.

Ciao Teresa

"La dolcezza del ricordo coincide per noi con il rinnovo dello nostro impegno per la pace e per la solidarietà."

Cor(ro)sivo 28

di pugioba

Cei: "A Boffo intimidazioni di stampo mafioso". Di questo passo, se la Santa Sede non smetterà di criticare le gesta amorose di un certo vecchietto, il Papa ritroverà sul suo letto la testa mozzata di una velina.

Scontro Berlusconi-Ue: "Portavoce devono stare zitti". In base a questa regola, i quattro quinti del parlamento italiano e il 99.9% del PDL non dovrebbero proferire verbo.

Addio Chanel, muore a 21 anni, il cane più vecchio del mondo. L'età non gli aveva portato comunque saggezza. Continuava a farsi il bidet con la lingua, per giunta in pubblico. Lo piange sua madre.

Alemanno nomina un ex naziskin al vertice Ama, società che si occupa dei rifiuti a Roma. Il suo programma: "Cremerò la monnezza".