lunedì 31 agosto 2009, 15:57

Feltri-Boffo

Volevo scrivere un altro post sul duello Feltri-Boffo (leggi Silvio-Cei) ma penso che non abbia alcun senso, Feltri continua a essere quello che è e Berlusconi a smentire se stesso. Non è cambiato niente.
Forse varrebbe la pena spendere due parole per analizzare l'incongruenza tra l'orientazione sessuale di Boffo e gli editoriali del suo giornale sul family day, però Boffo esegue gli ordini del suo editore e dunque gli articoli sono parecchio imboccati. E poi dell'orientazione sessuale di Boffo non me ne può sbattere di meno.
In tutta questa situazione c'è una gran puzza di servizi sguinzagliati da Silvio, ma anche questa non è una novità.
sabato 29 agosto 2009, 12:53

Quel cracker di Obama

In presenza di una cosiddetta 'emergenza di cybersicurezza' il presidente Barack Obama potrebbe disconnettere i computer privati dalla rete. Lo prevede un disegno di legge del Senato redatto dagli assistenti del senatore democratico della West Virginia, Jay Rockefeller.
La preoccupazione delle aziende informatiche e dei gruppi che si battono per i diritti civili è alle stelle. Se il disegno di legge venisse approvato sarebbe un grave attentato alla libertà della rete e Obama ne sarebbe il diretto responsabile.

Segnalato da Susanna Demontis su Fb
venerdì 28 agosto 2009, 19:36

Silvio come Gesù

C'è un gran chiacchiericcio sull'articolo de il Giornale di Feltri che cerca di sputtanare il direttore dell'Avvenire, Dino Boffo, tirando in ballo un suo rinvio a giudizio per molestie.
L'attenzione dei criticanti è caduta sulla frase contenuta in un'informativa delle forze dell'ordine: "...Il Boffo - si legge - è stato a suo tempo querelato da una signora di Terni destinataria di telefonate sconce e offensive e di pedinamenti volti a intimidirla, onde lasciasse libero il marito con il quale il Boffo, noto omosessuale già attenzionato dalla Polizia di Stato per questo genere di frequentazioni, aveva una relazione...".
Il "già attenzionato dalla Polizia di Stato per questo genere di frequentazioni" ha creato parecchio scalpore, saremo mica un popolo omofobo? Si, per la miseria! Lo siamo sempre stati.
Comunque, tanto per riportare la mia poca stima per Feltri, vi faccio leggere, sempre dallo stesso articolo, la frase più stupida che io abbia mai letto: " Ma le chiacchiere non bastano a crocefiggere una persona. O meglio bastano, sono bastate, solo nel caso di due persone: Gesù Cristo per certi suoi miracoli e, più recentemente, Silvio Berlusconi per certi suoi giri di valzer con signore per la verità molto disponibili."
Silvio come Gesù... e che palle!
, 11:59

Idiozie 2.0

La FIEG (Federazione Italiana Editori Giornali) ha chiesto all'Antitrust di avviare un'istruttoria su Google per la sua posizione dominante. La Federazione sostiene che chi non vuole apparire su Google News potrebbe essere escluso dalle ricerche di Goolge.
Pronta risposta di Goolge: si può "continuare a comparire nei risultati di ricerca di Google senza comparire su Google News. In questo caso, tutto quello che deve fare è contattarci e richiedere la rimozione dal servizio. In effetti, abbiamo incontrato diversi editori italiani e rappresentanti della FIEG proprio quest'estate per spiegare loro queste opzioni."
Non so se la FIEG ci è o ci fa, ma penso che questi giochini rientrino nei tentativi di accaparrarsi più soldi possibile nel mercato delle News su internet.
Altra fesseria delle testate: Il volantino sulle "torturare agli immigrati", apparso in un gruppo di Facebook e rilanciato come lo scandalo del giorno, è un falso. Era stato disegnato da Mauro Biani per sbeffeggiare la Lega e un gruppetto di leghisti idioti l’ha trovato in rete e l’ha usato.
giovedì 27 agosto 2009, 11:29

Videocracy censurato

Il trailer del film "Videocracy" è stato censurato da RAI e Mediaset. Niente di nuovo purtroppo, viviamo ancora nel paese dove non si può criticare il Ducetto di Arcore nelle tv.

Video: Videocracy - Trailer
mercoledì 26 agosto 2009, 18:07

Darla via come il pane

"Interessante" scambio di vedute tra Paolo Barnard e Nicoletta Forcheri sul "darla via come il pane" oppure no. Il primo ritiene che "Riequilibrare urgentemente lo squilibrio intollerabile fra domanda maschile e offerta femminile di sesso nel mondo moderno, conviene però soprattutto a voi donne. Come si diceva, il controllo dell’offerta (la do - non la do) vi dà un potere immenso, ma vi massacra pure. Oggi il corpo femminile è ipertroficamente valutato proprio a causa di quella sproporzione, e se non lo fosse più, se cioè a domanda 100 corrispondesse un’offerta adeguata, sparirebbe anche la commerciabilità oltraggiosa delle vostre parti corporee".

La seconda conclude la sua risposta con: "se volete inseminare senza cacciare - perché stanchi - fatelo pure, anche noi siamo "stanche" - ma a condizione di liberarvi di quei pregiudizi ancestrali che nel vostro cervello rettiliano vi fanno pensare che se noi facciamo specularmente altrettanto, ci lasciamo cioè inseminare dai vari inseminatori di passaggio, senza troppo sforzo di caccia:

. diventiamo la vostra possessione

. diventiamo oggetti di facile disprezzo proprio nell'atto - con cattivo sesso, altroché ludico!
"

Io sono d'accordo con la seconda perché viviamo in una società maschilista comandata dagli uomini. Il primo passo spetta ai maschietti e non alle vittime di una società a loro ostile.
Comunque darla via un po' di più... :)
, 16:42

I Patti della Lega

In un post del 15 novembre 2007 (!), quindi durante il governo Prodi, avevamo riportato l'ordine del giorno G84.100 dove il Senato impegnava "il Governo nel pieno rispetto delle leggi vigenti e degli accordi intercorsi tra Stato, Chiesa Cattolica e altre confessioni religiose, ad assumere le iniziative necessarie volte alla modifica dei criteri di ripartizione del gettito dell'8 per mille, al fine di garantire che in caso di scelte non espresse dai contribuenti, le relative risorse siano destinate a scopi di interesse sociale o di carattere umanitario a diretta gestione statale."
L'esito della conseguente votazione è stato:

Presenti 305
Votanti 304
Astenuti 10
Favorevoli 92
Contrari 202

Maggioranza 153

e l'ordine del giorno è stato respinto.
Questo dovrebbe farvi capire che la minaccia della Lega sulla revisione dei Patti lateranensi non sta né in cielo né in terra. In poche parole: è la solita minchiata estiva che serve a pubblicizzare quanto ce l'hanno duro.
giovedì 6 agosto 2009, 13:19

Pausa

Pausa estiva. Ciao.

Se qualcuno volesse cercarmi mi trova più o meno qua :)
, 13:04

Pandemic (H1N1)

C'è chi se la sta facendo sotto dopo i proclami allarmistici sulla pandemia di influenza o febbre suina A (virus H1N1), c'è anche chi pensa che sia una strategia delle multinazionali per spillarci una mare di denaro. Per entrambi questo è il link dove trovare i dati aggiornati dell'OMS.
, 12:55

Il nucleare che verrà

Playlist: Cosa pensano del nucleare Gianni Chiodi e Carlo Costantini, Lo Spettro Finlandese, Depositi di scorie nucleari in Piemonte, Energia nucleare? No, grazie!

, 12:46

Spartizione del petrolio iracheno

Paolo Scaroni, amministratore delegato di ENI SpA (20 luglio 2009): Sui pozzi in Iraq "non c'è nessuna novità e non ce ne saranno, perché tutto sta procedendo più lentamente di quanto prevedessimo sia noi che gli iracheni".

La spartizione delle risorse petrolifere irachene prosegue a rilento, dobbiamo pazientare ancora un po' prima di proclamarci sanguisughe a tutti gli effetti.
mercoledì 5 agosto 2009, 18:12

Napolitano protegge Silvio

Paolo Guzzanti nel suo blog: Ho inoltre lasciato Berlusconi - prima ancora dei casi che ora sono sui giornali - per il suo atteggiamento puttaniero di disprezzo per le donne, tutte le donne, essendo un gran porco e una persona che ha corrotto la femminilità italiana schiudendo carriere impensabili a ragazze carine che hanno imparato solo quanto sia importante darla alla persona giusta al momento giusto, sollecitate in questo anche dalle madri, quando necessario. Quest’uomo ai miei occhi corrompe la gioventù e mina le basi della società minando il rispetto nei confronti della donna.
Ciò è avvenuto in concomitanza delle voci, che io ho potuto verificare come purtroppo attendibili (non prove, ovviamente, altrimenti le avrei presentate io), secondo cui un famoso direttore ha mostrato e fatto leggere a un numero imprecisato di persone (deputati e deputate di Forza Italia per lo più) i verbali che tutti i direttori di giornale hanno, ma che avrebbero deciso di non usare su sollecitazione del Presidente Napolitano. Si tratta di trascrizioni da intercettazioni avvenute nell’ambito dell’inchiesta di Napoli e poi fatte distruggere da Roma, in cui persone che ora ricoprono cariche altissime si raccontano fra di loro cose terribili che la decenza e la carità di patria mi proibiscono di scrivere, anche se purtroppo sono sulla bocca di coloro che hanno letto i verbali. Io ne conosco almeno tre. Dunque io non ho molti dubbi su quanto è accaduto ed accade.


"su sollecitazione del Presidente Napolitano"

Se fosse vero dovrebbero cadere tutti i santi e non solo Silvio.

Il blog di Guzzanti è per il momento irraggiungibile ma, per chi volesse leggerla tutta, c'è sempre la cache di google. Basta cliccare qui.
, 12:09

Primi per l'uso di cellulari

ANSA: L'Italia e' ultima nell'Ue per l'uso di Internet mentre e' 1/a in Europa e nel mondo per l'uso di cellulari.
Siamo primi... ma a chiacchiere, come sempre.

PS: Sono l'unico che ritiene le pubblicità delle suonerie particolarmente irritanti?
, 11:53

Cartoline dall'Honduras

hondurasUn'immagine che non vedrete sulle prime pagine dei giornali perché non è stata scattata in Iran. In Honduras ci sono morti e feriti, parecchi arresti e pianti di gente inerme vittime di un golpe militare. Ma questo non fa notizia o non deve fare notizia, vedete un po' voi.

Fonte: Giornalismo partecipativo
martedì 4 agosto 2009, 11:15

Buco nero da 35 miliardi

TremontiSono curioso di vedere se oggi si discuterà di più del lancio delle ronde, previsto per l'8 agosto, o del buco nero da 35 miliardi nella spesa corrente. Nel 2009 le uscite della pubblica amministrazione sono aumentate del 5% nonostante Brunetta continui a sbandierare la vittoria contro i fannulloni.
Sembra tutto un deja vu. Questi sperperano i soldi per non avere seccature, sia dal settore pubblico che dagli enti locali, e lasciando nella merda il governo successivo che sarà costretto ad aumentare la pressione fiscale per risanare il bilancio. Vi ricorda niente?
Trovo sia giusto discutere di problemi eticomoralsociali come le ronde, l'aborto e il razzismo, ma non possiamo far calare l'attenzione su decisioni che peseranno gravemente sul nostro futuro.
lunedì 3 agosto 2009, 15:53

Sangue all'arsenico

Nei pressi di Gela sorge il petrolchimico dell'Eni che inquina tutto il territorio circostante. Avevamo già visto la questione del mercurio nel latte materno, ma, secondo l'anticipazione de 'L'Espresso', gli elementi nocivi presenti nel sangue delle persone che vivono in quell'area sono parecchi: arsenico, rame, piombo, cadmio e naturalmente mercurio. Così ripetiamo: visto che i petrolchimici non esistono solo a Gela, speriamo che anche gli altri sindaci si sveglino.
, 11:56

Qui Pagani libera

Tutta la mia ammirazione per i ragazzi di "Qui Pagani libera", tentare di mettere a nudo la realtà di una cittadina in odore di camorra dove il PDL prende qualcosa come l’85% dei voti non dev'essere facile.

pagani libera


Via Piero Ricca
domenica 2 agosto 2009, 17:15

Berlusconi? Ce lo meritiamo

Craxi BerlusconiLa Repubblica riporta uno stralcio di un articolo dell'Observer : "Se un uomo di 72 anni, sposato, nonno, può rifiutarsi di chiarire una sua relazione con una ragazza di 18 anni e riesce a sopravvivere alla disseminazione di registrazioni in cui discute di orgasmi e masturbazioni nel letto con una prostituta, allora bisogna chiedersi cosa potrebbe metterlo al tappeto"
La risposta è semplice: niente. Siamo entrati in un tunnel ed è difficile uscirne, è una questione di informazione. La capacità più grande di Berlusconi è illudere le persone, può fare tutto quello che vuole ma avrà sempre il voto della pensionata a cui sta simpatico.
C'è da dire che ha avuto terreno fertile in un paese che gli ha concesso il monopolio televisivo, che non legge i giornali, che si collega ad internet solo per chattare su FaceBook o per cercare i porno, etc. Mi sa tanto che per il finale di questo post ci scappa il "ce lo meritiamo".
sabato 1 agosto 2009, 13:56

Scomunicatele tutte

Monsignor Elio Sgreccia spiega che l'uso della pillola abortiva comporta la scomunica per le donne che vi fanno ricorso così come per i medici che l’hanno prescritta.
Va bene, scomunicate però, non è che si parla e poi non si agisce. Scomunicate tutte le donne che abortiscono e non fatele più entrare in chiesa. Niente matrimonio, niente funerale, niente battesimo, niente 8x1000, etc.
Nel 2008 ci sono state 121 mila interruzioni di gravidanza volontarie, il 4% meno dell'anno precedente e il 48% meno del 1982. A spanne si potrebbe asserire che non dovrebbero più praticare la religione cattolica almeno 4 milioni di donne. E se queste peccatrici venissero "accompagnate" nella via della perdizione dai loro compagni e dai il loro figli? A quanto si arriva? 10-15 milioni? I 15 milioni di portamonete che spariscono impediranno qualsiasi scomunica, statene certi.
Per riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire, recitare e modificare quest'opera, basta citarne la fonte (su internet un link). Grazie.